22 aprile 2021
Aggiornato 02:00
Mondiale 2010

Germania di bronzo, l'Uruguay si arrende 3-2

Partita bella e ricca di gol, con traversa all'ultimo secondo di Forlan. In gol Muller, Jansen e Khedira per i tedeschi. Lo stesso Forlan e Cavani per la Celeste

PORT ELIZABETH - La Germania si prende il terzo posto per la quarta volta nella sua storia, bissando il risultato del 2006. A Port Elizabeth nella finalina dei Mondiali sudafricani i tedeschi si sono imposti per 3-2 sul meritevole Uruguay di Oscar Tabarez. Avrebbe forse meritato di più anche la formazione di Joachim Loew impressionante nella fase e gironi, quanto spietata negli ottavi contro l'Inghilterra (4-1) e nei quarti con la grande favorita Argentina (4-0), prima di cedere alla Spagna per 2-1.

CRONACA - Ieri a Port Elizabeth il primo brivido lo provoca Friedrich che fa tremare la traversa dei sudamericani con un colpo di testa. Al 18' è il solito Mueller (quinto gol) a sbloccare il risultato con la complicità di un errore del portiere uruguayano Muslera che, ingannato dalla traiettoria di Jabulani, respinge male una tiro dalla distanza di Schweinstaeiger favorendo l'inserimento del centrocampista. la «celeste» pareggia al 28' con un destro chirurgico di Cavani, imbeccato in contropiede da un assist di Perez.

SECONDO TEMPO - Nella ripresa, dopo 6', Forlan firma il vantaggio uruguayano con un mezza rovesciata di destro imparabile per Butt. Immediata la replica dei tedeschi che ringraziano ancora una volta il portiere della Lazio che al 57' su un crossa dalla destra sbaglia il tempo dell'uscita lasciando solo Jansen che mettere in rete di testa a porta sguarnita. Il gol che regala il terzo posto ai tedeschi arriva all'83' con un colpo di testa di Khedira che spedisce il pallone sotto l'incrocio dei pali, mentre la speranze dei sudamericani si infrangono sulla traversa colpita da Forlan proprio allo scadere. All'Uruguay resta il prestigio di aver raggiunto il punto più alto degli ultimi 40 anni. Nulla da fare per il tedesco Klose che inseguiva il record di quindici gol per diventare con Ronaldo il più prolifico marcatore nella storia del Mondiali. Appuntamento rimandato un'altra volta anche per i tedeschi.