27 novembre 2020
Aggiornato 10:30
Mondiali 2010

Maradona: Pelè torni al museo e Platini... è francese

Sul presidente Uefa: «A lui non ho mai fatto caso»

PRETORIA - «Pelè deve tornare al museo», mentre Michel Platini «è francese e crede di essere chissà chi». Diego Armando Maradona risponde così, in perfetto stile-Pibe, alle critiche ricevute dal leggendario numero 10 del Brasile e dal presidente della Uefa. Stuzzicato sulle sue doti di allenatore, Maradona ha replicato con la consueta verve: «Platini? Con lui ho sempre avuto un rapporto di distanza, ciao e arrivederci, niente di più. Sappiamo come sono fatti i francesi», ha aggiunto l'ex fuoriclasse del Napoli, «Platini è francese e crede di essere chissà chi. A lui non ho mai fatto caso e non inizierò a farlo ora». Maradona, considerato da sempre 'nemico' giurato di Pelè e del presidente della Fifa, Sepp Blatter, ha criticato il pallone ufficiale dei Mondiali reputandolo la causa dei punteggi bassi visti finora in questi primi giorni del torneo.