11 maggio 2021
Aggiornato 15:30
Il caso su You Tube

Marchisio canta Roma «ladrona» durante l'Inno?

Il centrocampista azzurro ripreso mentre aggiunge una parola misteriosa all'inno nazionale

GINEVRA - Il centrocampista della Juventus e della nazionale italiana Claudio Marchisio, intonando ieri l'Inno di Mameli con i suoi compagni in panchina prima dell'amichevole pre-Mondiale tra Italia e Svizzera (1-1) a Ginevra, è immortalato da un video «postato» oggi su Youtube mentre apparentemente aggiunge la parola «ladrona» nella strofa che recita «che schiava di Roma iddio la creò».

Il video è anche sottotitolato e rallentato, la parola pronunciata da Marchisio dopo «Roma» non può essere chiarissima, ma l'aggiunta c'é. Tanto che i compagni vicino a Marchisio, tra questi il capitano azzurro Fabio Cannavaro, Vincenzo Iaquinta e Alberto Gilardino, si rivolgono verso il centrocampista della Juve e ridono. Secondo un'altra versione, Marchisio ripeterebbe invece solo «di Roma» due volte, perdendo il tempo e provocando i sorrisi dei compagni.

L'onorevole Paolo Cento, presidente del Roma Club Montecitorio, intervenendo sulla questione, si augura che «Marchisio e gli organi della Figc possano arrivare in fretta ad una parola netta e ad una chiarificazione» del mistero. «Da quello che si vede è tutto abbastanza chiaro, ma occorre sempre cautela e concedere il beneficio del dubbio», dice Cento ad Apcom. «Si chiarisca immediatamente che non c'é stata alcuna offesa nei confronti dell'Inno e di Roma, altrimenti si chieda scusa. E in questo caso mi auguro sia tempestivo anche l'intervento del ministro degli Interni Roberto Maroni, così come lo è stato in occasione delle legittime dichiarazioni dell'altro azzurro Daniele De Rossi». Il centrocampista della Roma, come noto, fu rimproverato dal ministro e dalla Figc quando espose i suoi dubbi circa l'attuazione del piano della «tessera del tifoso» e proponendo ironicamente allo stesso tempo la «tessera del poliziotto».