13 giugno 2024
Aggiornato 08:30
I nerazzurri ancora a +1

Va a vuoto l'«operazione-sorpasso», l'Inter resta padrona

Il Milan spreca la grande occasione con il Napoli e la Roma rientra in corsa

MILANO - L'operazione-sorpasso va a vuoto e per poco non si trasforma in un autogol. La rimonta del Milan sbatte sul Napoli, che al «Meazza» costringe i rossoneri ad un punto sudatissimo finendo per sabotare l'ultimo atto della rimonta sull'Inter, fermata sull'1-1 ieri a Palermo ma ancora al comando della classifica con una lunghezza di margine sui cugini. L'1-1 del Meazza ha visto il Milan agguantare il pareggio con Filippo Inzaghi al 26' dopo il terribile quarto d'ora seguito al calcio d'inizio: al 13' il vantaggio partenopeo con Hugo Campagnaro e un minuto dopo la sostituzione del rientrante Pato, costretto a lasciare il posto al connazionale brasiliano Mancini per problemi fisici.

I pareggi delle due milanesi riportano in corsa la Roma, che torna a sperare nel tricolore grazie al 4-2 imposto ieri all'Udinese. I giallorossi sono staccati di quattro punti dall'Inter a sei giorni dallo scontro diretto dell'Olimpico, che arriverà sabato alle 18 dopo il turno infrasettimanale di mercoledì. La Roma ha nove punti di margine sul Palermo quarto in classifica in attesa del posticipo di stasera tra Sampdoria e Juventus, staccate dai rosanero rispettivamente di tre e due punti: tra blucerchiati e bianconeri, dunque, un vero e proprio spareggio per proseguire il sogno di entrare nell'Europa dei grandi.

Negli incontri del pomeriggio da segnalare il pareggio per 1-1 tra Chievo e Catania, risultato che segue i timori sollevati da alcune agenzie di scommesse che in settimana avevano ritirato le quote per il segno «x». Importante il successo della Lazio per 2-0 a Cagliari: i biancocelesti sono ora quartultimi in classifica con quattro punti su Siena (1-0 al Bologna) ed Atalanta (3-0 al Livorno ora ultimo in classifica a -5 dalla Lazio). Nell'altro match pomeridiano Bari-Parma 1-1. Ieri nel primo anticipo Fiorentina-Genoa 3-0.