13 giugno 2024
Aggiornato 09:00
Calcio serie A

L'Inter fermata a Palermo, il Milan vede il sorpasso

Se i rossoneri battono il Napoli vanno in testa, ieri Roma-Udinese 4-2 e Fiorentina-Genoa 3-0

PALERMO - L'Inter si ferma a Palermo (1-1) e il Milan vede il sorpasso in testa. Dopo il pareggio dei nerazzurri (avanti con Milito su rigore e ripresi da Cavani) ieri sera nell'anticipo della ventinovesima giornata del campionato di Serie A, la decima del girone di ritorno, saliti a quota 60 punti, se il Milan (58) questo pomeriggio riuscirà a battere il Napoli a San Siro, potrà infatti sorpassare i cugini in testa alla classifica.

INTER - Julio Jesar, presentatosi davanti ai microfoni al posto di Josè Mourinho, storce il naso dopo il pareggio di Palermo: «Abbiamo cercato fino all'ultimo il gol, solo che eravamo troppo alti e il Palermo era bravo a ripartire. Nel complesso abbiamo disputato una buona gara contro una squadra brava a difendersi e molto forte tatticamente».
«E' sempre dura, quando giocano contro di noi tutte le squadre fanno la partita della vita, è impressionante. E' giusto, perchè anche io se fossi dall'altra parte farei lo stesso, però va detto che si sono difesi davvero bene», aggiunge il portiere dell'Inter.
«Balotelli? Non ne parlo, sono uno che non ama mettersi in mezzo a queste cose. E' una cosa tra lui e la società, punto», conclude Julio Cesar.

DELIO ROSSI - «Siamo partiti contratti, forse c'era troppa attesa». Delio Rossi spiega così l'inizio difficile del suo Palermo contro l'Inter. «Negli occhi di tutti era ancora l'Inter di Londra -spiega- e paradossalmente dopo aver preso il gol ci siamo sciolti. Devo dire bravi ai miei ragazzi perche', nonostante le tante assenze, hanno disputato una partita di livello contro una grande Inter».

GLI ALTRI ANTICIPI - Nell'altro anticipo di ieri sera, la Roma ha sconfitto per 4-2 l'Udinese all'Olimpico (Toni e tripletta di Vucinic per i giallorossi, doppietta di Di Natale per i bianconeri) e si è portata (momentaneamente) a -2 dal Milan e a -4 dall'Inter.
Nel pomeriggio la Fiorentina aveva sconfitto per 3-0 il Genoa al Franchi (Santana, Gilardino su rigore e Babacar), agganciando il Napoli all'ottavo posto a quota 41 punti, a -1 proprio dal Genoa. Nel posticipo verrà servito invece verrà servito un caldissimo spareggio in zona Europa tra Sampdoria (sesta a 44 punti) e Juventus (quinta con un punto di vantaggio e a sua volta a -2 dal Palermo) a Marassi. La zona calda vedrà invece il suo clou in Atalanta-Livorno, con i nerazzurri ultimi con 22 punti (con il Siena) e gli amaranto appena 2 punti avanti. Dovrà cercare di approfittare dello scontro la Lazio (26), impegnata però sul difficile campo del Cagliari (nono con 39 punti). Completeranno il quadro Bari-Parma, Chievo-Catania e Siena-Bologna.