20 settembre 2019
Aggiornato 10:00

L'Inter vince derby, Napoli da Champions

Palermo in zona Europa League, seconda sconfitta per la Fiorentina

MILANO - La vittoria nel derby rappresenta la prima vera spallata dell'Inter al campionato. La formazione di Josè Mourinho vince la stracittadina contro il Milan riprendendosi il ruolo di vera protagonista che nelle ultime giornate era stato messo un po' in ombra dalla forma smagliante dei rossoneri. Una vittoria per 2-0 senza appello, conquistata con un uomo in meno dal 26', che vale molto di più dei nove punti di vantaggio in classifica. Le unici nei le espulsioni dell'olandese Sneijder e del brasiliano Lucio. Il Milan non può neanche recriminare per il rigore fallito da Ronaldinho in pieno recupero. I rossoneri devono ancora recuperare la gara con la Fiorentina ma si ha l'impressione che i gol di Milito e Pandev a San Siro abbiamo regalato all'Inter il primo match-point.

Le gare pomeridiane conferiscono a Napoli e Palermo una dimensione sempre più europea. Gli azzurri di Walter Mazzarri tengono il passo della Roma, che ieri ha liquidato la Juve 2-1, battendo 2-0 il Livorno in casa (Maggio e Cigarini) portandosi con un bottino di 37 punti a -1 dal terzo posto. Successo che vale l'Europa League anche per il Palermo che con un convincente 3-0 sulla Fiorentina (doppietta di Hernandez e Budan) scavalca la Juventus al quinto posto. I rosanero si portano a 34 punti in classifica, uno in più dei bianconeri che ora devono guardarsi le spalle da Cagliari e Genoa, entrambe a quota 31. I sardi hanno pareggiato 1-1 a Siena, mentre i liguri in casa hanno battuto 2-0 l'Atalanta.

La Fiorentina, che ha incassato la seconda sconfitta consecutiva, scivola a metà classifica (30 punti) in compagnia della Sampdoria vittoriosa ad Udine per 3-2 con i gol di Pazzini, Pozzi e Semioli. Vittoria in rimonta del Bologna sul Bari (2-1 firmato dalla doppietta di Gimenez), mentre il Chievo pareggia 1-1 all'Olimpico contro la Lazio (Stendardo e Pellissier). I biancocelesti sono quintultimi a quota 21 con il Livorno. Segue l'Udinese a 20 al confine della zona retrocessione occupata da Catania a 19 (vincente ieri 3-0 contro il Parma) , Atalanta 17 e Siena a 13.