12 luglio 2020
Aggiornato 05:00
Calcio. Chievo-Juventus

Ferrara: voglio attenzione e umiltà

Sul neoacquisto Paolucci: «l'ho trovato bene»

TORINO - La Juventus ha riportato a casa dopo un lungo giro di prestiti l'attaccante Michele Paolucci e Ciro Ferrara è pronto a schierarlo già domani nella gara di Verona contro il Chievo. Il tecnico bianconero, parlando del neo acquisto, ha detto: «L'ho trovato bene - ha detto - è una bella soddisfazione per lui tornare, è molto motivato. Capiterebbe a chiunque, figuriamoci a lui che nella Juventus ha mosso i suoi primi passi nel settore giovanile. Ritrovarsi in un'altra veste è una bella soddisfazione. Potrà darci una grossa mano. Dati a suo favore ce ne sono, diverse presenze, tanti gol, in quest'ultimo periodo non ha avuto tante soddisfazioni, ma momenti belli ne ha vissuti. Al di là dei numeri, le sue capacità gli danno la possibilità di giocarsi questa chance, con umiltà può ricavarsi lo spazio giusto. A Verona in campo dal primo minuto? E' appena arrivato, è una soluzione in più che ho».

Ferrara poi ha fatto un confronto fra la trasferta di domani e quella di Parma: «Senza togliere nulla al Parma, questa trasferta è più difficile, perché per me le prossime sono sempre le più difficili. Dell'amico Di Carlo non mi fido, sarà difficile». La gara è delicata per la Juve: «Chiedo alla squadra quell'attenzione, quello spirito e quella mentalità che ho visto in tante partite, compresa l'ultima di Coppa Italia con il Napoli. Attenzione e umiltà dunque, che ci vuole soprattutto nelle grandi squadre».

I veronesi non potranno contare su Sergio Pellissier: «E' un attaccante molto insidioso e ha caratteristiche per mettere in difficoltà qualunque difesa, per loro sarà un'assenza importante ma per noi cambia poco». Tra i pali il tecnico bianconero potrà di nuovo contare su Gianluigi Buffon: «Ovviamente è un ritorno importante, anche se io, quando si fece male, dissi che Manninger avrebbe dato il suo contributo e così è stato. E' chiaro che Buffon è più forte di tutti e il suo ruolo non è discutibile, ma voglio ringraziare Alex per quello che ha fatto e per quello che farà».

Per il girone di ritorno Ferrara vuole migliorie sostanziali da parte dei suoi ragazzi: «Gli obiettivi bisogna sempre porseli, bisogna sempre cercare di migliorarsi per arrivare all'obiettivo massimo. Ci possono essere delle battute d'arresto, ma questo non ci deve fare cambiare la mentalità. Scudetto? Tanti punti ci dividono dalla vetta, l'errore più grande sarebbe guardare quelle che stanno davanti. Vogliamo arrivare in fondo e poterci giocare il campionato assieme alle altre. Dietro c'è un mischione - ha concluso Ferrara -, ma non bisogna guardare neanche lì, bisogna pensare solo a noi stessi».