15 agosto 2022
Aggiornato 00:00
Atletica

Ultimatum Giamaica: Powell in ritiro o fuori da Mondiali

A rischio anche Walker, Fraser, Foster, Hylton, Williams

KINGSTON - La federatletica giamaicana ha minacciato di escludere dalle convocazioni per gli imminenti Mondiali di Berlino cinque membri di spicco della squadra nazionale, tra cui l'ex primatista dei 100 metri Asafa Powell.

Non si sono presentati al ritiro - La federazione di Kingston ha fatto scattare un vero e proprio ultimatum dopo che Powell, l'olimpionica dei 100 metri Shelly Ann Fraser, l'olimpionica dei 400 metri Melanie Walker, l'ostacolista Brigitte Foster-Hylton e la sprinter Shericka Williams non si sono presentati al ritiro iniziato lo scorso giovedì. Howard Aris, presidente della federatletica giamaicana, ha spiegato che i cinque atleti non parteciperanno ai Mondiali al via sabato se non si presenteranno prima in ritiro.

Bolt e la «leggenda» - Intervistato dallo spagnolo Marca, il velocista giamaicano Usain Bolt parla dei sempre più vicini Mondiali di Berlino: «Correrò per vincere, se verrà anche il record tanto meglio: posso farcela ma non è un'ossessione. Mi fa piacere essere considerato l'uomo più veloce del mondo ma io voglio di più, voglio diventare una leggenda, anche perchè la mia velocità è frutto solo del lavoro e del talento».

A proposito di leggende, Bolt parla anche di un confronto ideale con Carl Lewis: «Il suo record era di 9«84, il mio 15 centesimi più veloce: vincerei io, è ovvio». Infine 'Marca' chiede allo sprinter della sua passione per il calcio: «Mi piace molto Cristiano Ronaldo e seguo spesso la Liga; conosco personalmente Samuel Eto'o e gli faccio i miei auguri per la sua avventura all'Inter».