Salute | Zanzare

Si scatenano le zanzare, si scatenano anche Chikungunya, Dengue e Zika

Il Ministero della Salute dà il via al Piano nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare invasive con particolare riferimento ai virus chikungunya, dengue e zika

Zanzara
Zanzara (Mr Parichat chaikuad | shutterstock.com)

ROMA – Estate umida, zanzare che proliferano. E così anche il rischio che proliferino le malattie trasmesse da questi fastidiosi insetti. Per questo, e non solo, è stata pubblicata la nuova circolare del Ministero della Salute sul Piano di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare invasive (Aedes sp.) con particolare riferimento ai virus Chikungunya, Dengue e Zika.

La situazione in Europa e in Italia
Sul siro del Ministero della Salute è pubblicato un comunicato in cui si fa il punto della situazione. «In Europa (Unione Europea e Spazio Economico Europeo) nel 2017 si sono verificati due epidemie autoctone di infezione da virus Chikungunya, una in Francia, nei dipartimenti di Var e di Hérault e una in Italia, nelle regioni Lazio e Calabria», riporta la nota. «In Italia, l’epidemia da virus Chikungunya, ha causato 489 casi autoctoni, di cui 282 confermati in laboratorio. Tra questi, 206 casi confermati sono stati notificati dalla Regione Lazio, con focolai epidemici nei comuni di Anzio, Roma e Latina e 74 dalla Regione Calabria, con un focolaio epidemico a Guardavalle marina. Solo nel 6% dei casi il paziente è stato ospedalizzato. I primi casi di infezione sono stati confermati il 6 e 7 settembre 2017 in 3 pazienti che avevano sviluppato una sintomatologia febbrile con artralgie durante un soggiorno ad Anzio. Si stima che la trasmissione autoctona sia iniziata a giugno 2017 o precedentemente. Nel 2017, in Italia si sono inoltre verificati 125 casi di arbovirosi, di cui 5 da virus Chikungunya, 94 da virus Dengue e 26 da virus Zika».

Obiettivi della circolare
Il Piano, riporta ancora il Ministero della Salute, ha l’obiettivo principale di ridurre il rischio di trasmissione autoctona di virus Chikungunya, Dengue e Zika sul territorio nazionale, tramite la sorveglianza epidemiologica dei casi umani, la sorveglianza entomologica e il controllo degli insetti vettori, la comunicazione del rischio e la formazione, e la prevenzione della trasmissione tramite le trasfusioni di sangue ed emocomponenti, cellule e tessuti e la donazione di organi.
Per maggiori informazioni si possono consultare la Circolare 18 maggio 2018 ‘Piano Nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare invasive (Aedes sp.) con particolare riferimento ai virus Chikungunya, Dengue e Zika – 2018’ e gli allegati
Allegato 1 - Definizione di caso e di focolaio epidemico autoctono

Allegato 2 - Elenco laboratori regionali di riferimento per le malattie trasmesse da Artropodi

Allegato 2bis - Referenti regionali

Allegato 3 - Scheda di notifica e sorveglianza Arbovirosi

Allegato 3 bis - Scheda di notifica e follow-up dei casi di virus Zika in gravidanza

Allegato 4 - Specifiche sull’intervento per il controllo del vettore

Allegato 5 - Procedure operative per la gestione dei focolai epidemici autoctoni accomandazioni di Chikungunya, Dengue e Zika sul territorio nazionale.