20 ottobre 2019
Aggiornato 03:30
Alimentazione sana

Alimenti «light»: contengono pochi grassi ma tanti zuccheri

I cibi light non sono così innocui come sembrano. Apparentemente hanno meno calorie ma possono mettere a repentaglio la nostra salute

i cibi light sono ricchi di zuccheri
i cibi light sono ricchi di zuccheri Shutterstock

Per qualche strano motivo molte persone, negli ultimi anni, stanno assistendo a una sorta di fobia per i grassi. Paura spesso ingiustificata considerando che non tutti i grassi fanno male alla salute. Anzi, la maggior parte producono effetti positivi sul nostro organismo. Quelli da cui indubbiamente bisogna stare alla larga sono quelli cosiddetti trans o idrogenati. In tali lipidi vengono aggiunti due composti chimici come il nichelio e l’idrogeno allo scopo di modificare la temperatura di fusione. Il prodotto che ne deriva, però, è molto pericoloso per cuore e arterie. E nonostante siano perlopiù i prodotti che contengono questo genere di grassi a far male, molti evitano anche gli altri per paura di ingrassare. Ma non sanno che così peggiorano solo la situazione.

I grassi fanno ingrassare?
E’ innegabile che contengono un numero elevatissimo di calorie e che, perciò, predispongono all’aumento di peso. D’altro canto mangiare grandi quantità di grassi da soli – come potrebbe essere l’olio o il burro – sarebbe impensabile. Neppure la persona più golosa riuscirebbe a farlo perché in breve tempo avremmo una sensazione di nausea. Tutt’altra storia se questi grassi vengono mascherati nei prodotti dolciari o da forno. In tal caso potremmo ingerirne una quantità elevata senza neppure accorgercene. Proprio per tale motivo sono tanti i produttori che scelgono di limitarne la quantità, evidenziandolo anche molto bene in etichetta. Ma quando abbiamo tra le nostre mani un prodotto con lo 0,1% di grassi, possiamo stare tranquilli?

Pochi grassi ma tanti zuccheri
Recentemente il Sunday Mirror ha condotto un’indagine sulla maggior parte dei prodotti che si trovano in commercio e che vantano la dicitura light. Ciò che emerso, tuttavia, sembra essere tutt’altro che rassicurante: i cibi che contengono pochi grassi, avrebbero almeno cinque volte più zucchero di quelli non definiti light. Questo secondo gli esperti avverrebbe per un motivo molto semplice: il produttore è costretto a trovare un escamotage per sopperire alla mancanza di sapore derivante dalla quasi totale assenza di grassi. «Il grasso aggiunge sapore e consistenza, quindi quando i produttori di alimenti lo rimuovono, devono sostituirlo con qualcos'altro per rendere appetibile il prodotto», ha dichiarato Helen West.

Gli esempi sono tanti
L’indagine mostra come quasi tutti i prodotti presentino lo stesso problema, anche se sono della stessa marca. Per esempio alcuni noodle della Batchelors possiedono solo 1.1 grammo di zucchero ogni cento grammi ma la versione light ne contiene circa cinque volte tanto. Questo accade anche per i condimenti per le insalate e persino per piatti più salutari come le insalate di cavolo. «Ridurre la quantità di grassi non significa sempre avere meno calorie», spiega Expert Helen Bond. D’altro canto la risposta dei produttori è stata abbastanza scontata. Per esempio Batchelors, ha dichiarato che i suoi spaghetti a basso contenuto di grassi avevano solo un terzo delle calorie rispetto a un panino. Mentre Pizza Express ha detto: «stiamo costantemente rivedendo il contenuto nutrizionale del cibo». Infine, Morrisons – altra azienda sottoposta a indagine - ha asserito che «a volte sono necessarie modifiche agli ingredienti per rendere le versioni a basso contenuto di grassi simili alle controparti tradizionali».

Lo zucchero è più pericoloso dei grassi
L’indagine è stata condotta all’estero ma se si osservano con attenzione le etichette non sono poi tanto diverse da quelle che ci propongono i produttori italiani. Non dobbiamo dimenticare che i grassi possono farci prendere su ciccia e che andrebbero sempre scelti quelli migliori e spremuti a freddo, tuttavia lo zucchero può minare ancor di più il nostro stato di salute provocando seri problemi anche all’apparato cardiovascolare e al cervello. Insomma, probabilmente in miglior modo per tenere sotto controllo peso e salute è quello di preparare in casa gli alimenti, conoscendo con esattezza quantità e materie prime utilizzate.

Leggi anche: 3 malattie che possono migliorare se elimini zucchero e altri dolcificanti
Tutte le malattie che possono migliorare riducendo l’assunzione di zuccheri raffinati, sciroppo di glucosio e fruttosio