16 agosto 2018
Aggiornato 06:00

Una manciata di mandorle ogni giorno mantengono il cuore in ottima salute

Un recente studio ha evidenziato come consumare una manciata di mandorle al giorno possa svolgere effetti benefici su cuore e arterie
Le mandorle riducono il colesterolo
Le mandorle riducono il colesterolo (gutsulyak | Shutterstock)

Ancora conferme sui benefici derivanti da un consumo frequente della frutta secca. In particolare le mandorle sembrano essere particolarmente benefiche per preservare la salute cardiovascolare. Ad asserirlo è stato un recente studio multicentrico condotto in Asia, il quale ritiene che le virtù salutari delle mandorle sarebbero dovute alla presenza di grassi buoni, di antiossidanti come la vitamina E, di fibre e altri preziosi nutrienti.

Ricche di grassi polinsaturi
Le mandorle sono tra la frutta secca più ricca di grassi monoinsaturi e polinsaturi i quali, insieme alla vitamina E, lo rendono un alimento importante per mantenere in forma cuore e arterie. Per ottenere il massimo dei benefici, però, è importante assumerle quotidianamente.

Riduce la dislipidemia
Uno dei più importanti benefici svolto dalle mandorle è quello di ridurre efficacemente la dislipidemia, un noto fattore di rischio cardiovascolare. La condizione è caratterizzata da alti livelli di colesterolo LDL e trigliceridi, uniti a bassi livelli di colesterolo HDL.

La dose ottimale
La dose ottimale di mandorle, che dovrebbe essere assunta ogni giorno, è di circa 45 grammi. «In genere, le strategie alimentari per ridurre il colesterolo LDL dannoso, come la diminuzione del grasso saturo, riducono anche il colesterolo HDL, ma non è il caso delle mandorle», spiega il dottor Soumik Kalita. «Una recente revisione sistematica che ha esaminato ampi studi sulle mandorle e sui livelli di lipidi nel sangue ha mostrato che mangiare mandorle porta a riduzioni significative del colesterolo totale e del colesterolo LDL e dei livelli di trigliceridi, pur non avendo alcun impatto sui livelli benefici di colesterolo HDL», continua Kalita.

Il colesterolo non è poi così male
Secondo vari studiosi provenienti da ogni parte del mondo, le mandorle avrebbero il potenziale di ottimizzare i livelli di colesterolo nel sangue. «Per dirla in prospettiva, il colesterolo non è poi così male: l'HDL, infatti, ha proprietà protettive e riduce il rischio di malattie cardiache. Un ampio studio multicentrico condotto in India ha stimato che quasi il 72% degli indiani ha bassi livelli di C-HDL», aggiunge Kalita. Infine, ricorda che «gli studi hanno anche esaminato l'effetto delle mandorle sul colesterolo HDL benefico, con risultati che dimostrano che il consumo di mandorle può aiutare a mantenere o addirittura aumentare i livelli», conclude Kalita. E’ importante sottolineare che lo studio – pubblicato su Nutrients - è stato finanziato dalla Almond Board of California.