18 agosto 2018
Aggiornato 20:00

Le amputano la gamba e poi gliela riattaccano, ma al contrario: accade a una bimba di 7 anni

A una bambina inglese di sette anni stata prima amputata la sua gamba sinistra e poi riattaccata sottosopra dopo che le stato diagnosticato un cancro alle ossa

REGNO UNITO – La vicenda di Amelia Eldred di Tamworth nello Staffordshire (West Midlands - UK) ha quantomeno del curioso. Lo scorso anno le era stata diagnosticato un tumore osseo alla gamba sinistra. Una diagnosi che, purtroppo, ha significato la perdita della gamba. Cosa che le è costato mettere la parola fine alla sua passione per la danza e lo sport.

Si accende una nuova speranza
Nonostante la infausta diagnosi e l’amputazione della gamba, in seguito si è accesa una nuova speranza grazie a una rara procedura chiamata ‘Rotationplasty’, che potrebbe ridare ad Amelia la possibilità di tornare a camminare e ballare in futuro.

La gamba ‘al contrario’
Sottoposta a questo particolare intervento presso il Royal Orthopaedic Hospital, a Birmingham, Amelia si vista riattaccare la parte inferiore della sua gamba sinistra al contrario. Ma non si tratta di un errore medico, ma è stato fatto apposta per consentire all’articolazione della caviglia di funzionare come un’articolazione del ginocchio – in vista dell’installazione di un arto protesico. La procedura Rotationplasty ha comportato la rimozione sia dell’area ossea attaccata dal tumore, che una certa quantità di osso sano per garantire che fosse sia un «margine libero». Qui, la gamba inferiore è stata ruotata di 180 gradi e poi riattaccata. Alla vista appare come una gamba corta con il piede all’indietro. La speranza è che, con l’aiuto di un arto protesico che potrà venire attaccato alla ‘gamba al contrario’, la piccola Amelia possa dunque tornare a camminare e, perché no, anche a ballare.