26 agosto 2019
Aggiornato 07:00
Giocattoli pericolosi

Anatre di gomma (e oggetti simili) nel bagno. Ecco perché sono pericolose per la salute

Aggiungere giocattoli nell’acqua del bagnetto potrebbe mettere a rischio la salute del bambino. Ecco perchè

Bagnetto pericoloso per il bebè con le paperelle
Bagnetto pericoloso per il bebè con le paperelle Shutterstock

Quanti adulti hanno l’abitudine di mettere piccoli oggetti di gomma nell’acqua da bagno dei propri bambini? Probabilmente più di quanto immaginiamo. Ma questa abitudine è considerata malsana e, soprattutto, pericolosa per la salute umana. A suggerirlo, sono stati alcuni scienziati svizzeri e americani che hanno rilevato la presenza di batteri nocivi proprio a causa di tali oggetti.

Microbi che nuotano insieme a noi
Pare che alcuni tipi di materiali siano particolarmente predisposti a ospitare tanti microorganismi nocivi per la nostra salute. È quanto emerge da un recente studio condotto dallo Swiss Federal Institute of Aquatic Science and Technology dell’ETH di Zurigo e l'Università dell'Illinois. I batteri incriminati avrebbero la capacità di nuotare all’interno dei giocattoli rilasciando un liquido torbido e, di conseguenza, scatenare gravi infezioni.

Quattro su cinque giocattoli
Il test è stato ripetuto dagli scienziati, i quali hanno scoperto che il problema si ripete nella maggior parte dei giocattoli di questo genere. Più precisamente in una media di quattro su cinque giocattoli. Quando le anatre vengono schiacciate per giocarci, il piccolo gioco rilascia «batteri potenzialmente patogeni», spiegano i ricercatori. Tra questi, anche alcuni considerati molto pericolosi come la Legionella e lo Pseudomonas aeruginosa, un microorganismo che causa molto facilmente le infezioni acquisite durante una permanenza in ospedale.

Animali da bagno
«Abbiamo riscontrato differenze molto grandi tra i diversi animali da bagno. Uno dei motivi era il materiale, perché rilascia carbone che può servire da cibo per i batteri», ha dichiarato Lisa Neu, la quale ha spiegato che sono stati presi in esame anche altri giocattoli da bagno come, per esempio, i coccodrilli in gomma.

Un numero incredibile di batteri
Dai risultati, gli scienziati hanno mostrato un numero incredibile di patogeni pericolosi: si tratta di ben 75 milioni di cellule per centimetro quadrato e un’enorme varietà di batteri e funghi. In genere l’acqua del rubinetto non favorisce la crescita dei batteri, tuttavia i polimeri di bassa qualità che contraddistinguono questo genere di materiali plastici, probabilmente forniscono ai germi patogeni il nutrimento di cui hanno bisogno.

Dal sudore al sapone
Molte cose possono influire nella diffusione dei microorganismi: fluidi corporei, urina, sudore, contaminanti di vario tipo e persino il sapone aggiunto nell’acqua. Tutti questi elementi creano una sorta di salamoia nutriente per i batteri. I ricercatori ricordano che se è pur vero che da un lato alcuni batteri rinforzano il sistema immunitario, dall’altro lato è anche vero che molti potrebbero provocare infezioni a orecchie, occhi e persino intestino. Infine, gli scienziati ricordano che se i polimeri utilizzati nella produzione dei giocattoli sono di alta qualità, probabilmente, il rischio di contaminazione e crescita batterica è ridotto. I risultati dello studio sono stati pubblicati su Biofilms and Microbiomes.