17 febbraio 2020
Aggiornato 18:30
Morte di Davide Astori

Davide Astori, l’ennesima ipotesi: la bradiaritmia. Ecco di cosa si tratta

La morte di Davide Astori potrebbe anche essere collegata a una forma di bradiaritmia. Ecco di cosa si tratta

Morte di Davide Astori e bradiaritmie
Morte di Davide Astori e bradiaritmie Shutterstock

La morte di Davide Astori ha sconvolto il mondo del calcio. La sua morte, inattesa, non riesce a dar pace né a chi lo conosceva né ai medici che ora stanno cercando di far luce sulla questione. Inizialmente si pensava alla sindrome di Brugada – disturbo cardiaco spesso non rilevato che può portare all’arresto cardiaco. Ne abbiamo parlato questa mattina in un recente articolo. D’altra parte alcuni ipotizzano ancora un’ulteriore patologia: a provocare la morte del calciatore avrebbe potuto essere una bradiaritrmia. Ecco di cosa si tratta.

Cos’è la bradiaritmia
Potremmo pensare alla bradiaritmia come una morte lenta e silenziosa. La quale, per fortuna, in genere non porta a sofferenza. In questo caso, infatti, il cuore rallenta in maniera progressiva fino ad arrestarsi totalmente. Un po’ come nella Sindrome di Brugada, anche nella bradiaritmia il nostro muscolo cardiaco è soggetto a pericolose aritmie causate da un’alterazione dell’attività elettrica del cuore.

Cosa avviene nel cuore di un soggetto affetto da bradiaritmia
Ciò che può portare alla bradiaritmia è un mal funzionamento del nodo del seno atriale o blocchi atrio-ventricolari. Se in condizioni normali il cuore genera l’impulso elettrico nel nodo del seno atriale e poi viene veicolato negli atri e nei ventricoli grazie al nodo atrioventricolare e il fascio di HIS, nei pazienti affetti dalla patologia questo non avviene allo stesso modo. A livello del nodo del seno atriale, infatti, vi sono spesso basse frequenze sinusali o assenza della genesi del battito.

I sintomi
Secondo quando si legge sul sito di Humanitas, chi soffre di tali problematiche spesso si sente molto stanco, si affatica facilmente, ha frequenti lipotimie e può arrivare a essere vittima di vere e propri sincopi. In alcuni casi il problema può affliggere pazienti in terapia con farmaci bradicardizzanti come alcuni tipi di beta-bloccanti.

La terapia
Se l’anomalia viene causata dall’assunzione di farmaci, l’unica soluzione è interrompere la cura. Al contrario, se si tratta di un problema prettamente fisico, collegato a un malfunzionamento del sistema elettrico, potrebbe essere necessario l’impianto di un pacemaker.

Leggi anche: Davide Astori: colpito dalla sindrome di Brugada? Ecco cos’è, sintomi e come riconoscerla
Davide Astori potrebbe essere stato affetto dalla Sindrome di Brugada. Ecco di cosa si tratta, quali sono i sintomi e come riconoscerla