20 luglio 2019
Aggiornato 18:00
Somaton Force

Arriva la TAC più potente al mondo. E si trova in Italia

Ad Ancona arriva Somatom Force, la TAC più potente al mondo che esegua la scansione in un solo secondo. E non è nociva

ANCONA -  E’ dotata di una tecnologia di un livello altissimo, la TAC più potente al mondo che per ora si trova solo ad Ancona. Il suo nome è Somatom Force ed è prodotta da Siemens. A differenza di altre, impiega pochissimi secondi per effettuare la scansione dell’intero corpo, sia negli adulti che nei bambini. Ma non solo: viene ridotto al minimo – solo un quinto rispetto alle dosi standard - anche il mezzo di contrasto. Diviene così un incredibile metodo diagnostico a ridottissima invasività. Gli ospedali riuniti di Ancona, al momento, sono le uniche strutture pubbliche che hanno a disposizione un simile strumento.

Analisi dettagliate
Grazie a Somatom Force pazienti e medici potranno avere a disposizione referti ultra dettagliati. Lo strumento possiede due tubi radiogeni che ruotano a 0,25 emettendo fasci di radiazione a diversa energia. In pratica, una sola scansione della durata di un secondo permette di vedere l’intero corpo di un bambino. Mentre per gli adulti occorrono un massimo di cinque secondi. Per scansionare solo il torace di un soggetto adulto è sufficiente un tempo inferiore al secondo senza necessità di apnea.

Ottima per i pazienti cardiopatici
Anche i pazienti cardiopatici potranno beneficiare dell’incredibile tecnologia di Somatom Force: la scansione potrà essere effettuata a qualsiasi frequenza del battito cardiaco senza dover eseguire nessuna preparazione preliminare. La sua modalità diagnostica, denominata turbo flash, permette di eseguire le analisi anche ai pazienti con maggiori difficoltà come quelli obesi, quelli che non riescono a entrare in apnea, i piccoli pazienti che non collaborano e chi ha avuto diversi traumi.

Dosi adatte anche ai bambini
Tra i vari vantaggi non si può non menzionare la ridottissima dose del liquido di contrasto adatta anche ai pazienti più piccoli. Simili dosaggi non sono stati mai ottenuti prima con nessuna altra TAC al mondo. La riduzione si attesta infatti intorno al 50% - considerando le TAC di altissima fascia. Questo è reso possibile grazie al già citato Turbo Flash Mode e la presenza di due filtri denominati Selective Photon Shield che offrono immagini più dettagliate.

Eccellente referto, minima tossicità
La tossicità del metodo diagnostico viene così ridotta al minimo: recenti indagini condotte dalla l’University Medical Centre Mannheim sono riusciti a evidenziare come Somaton Force permette di ottenere una scansione del torace con valori massimi di 0,1 mSv (millisievert). Per fare un confronto, possiamo dire che il valore medio è di circa 7 mSv (paragonabile a una radioattività naturale acquisita in 2 anni). Ma anche le tradizionali TAC definite a basse dosi non sono mai inferiori a 1,5. Quindi le dosi di Somaton Force sono davvero irrilevanti.

Certificazione della dose
Gli ospedali riuniti di Ancona saranno i primi a offrire la certificazione della dose di radiazioni somministrata ai pazienti, documentazione che nei prossimi anni diverrà d’obbligo a tutte le strutture sanitarie. Si ritiene, quindi, che oltre il 40% delle radiografie tradizionali potranno essere sostituite dalle TAC di questo tipo a causa della ridotta nocività. Per maggiori informazioni, è possibile vedere il video della presentazione della TCA.