Salute | Esenzione ticket

Emilia-Romagna arriva l’esenzione del ticket per 132 nuove malattie rare

Le nuove esenzioni si aggiungono alle 331 già incluse nei Lea, i Livelli Essenziali di Assistenza previsti dalla legge sull’esenzione del pagamento del ticket. Anche le nuove 132 malattie rare saranno a totale carico del Servizio Sanitario Regionale. Ecco quali e chi

Nuove 132 malattie rare incluse nei Lea in Emilia Romagna
Nuove 132 malattie rare incluse nei Lea in Emilia Romagna (Africa Studio | shutterstock.com)

BOLOGNA – E’ entrato in vigore in Emilia-Romagna il nuovo elenco che comprende altre 132 malattie rare, che vanno a sommarsi alle precedenti 331. Anche per queste nuove inclusioni si avrà dunque diritto all’esenzione totale dal pagamento del ticket, per cui le visite e gli esami clinici saranno a carico del Servizio Sanitario Regionale (SSR). La Regione Emilia-Romagna si attesta a essere tra le prime in Italia ad aver individuato i Centri ospedalieri per la diagnosi e la presa in carico delle nuove patologie introdotte dal Governo nei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (Lea). Le strutture individuate sono in gran parte operative e già impegnate nel trattamento di malattie rare, pertanto sono strutture che possiedono sia l’organizzazione che le competenze necessarie per assistere i nuovi pazienti.

Le malattie incluse nei nuovi Lea
Le 132 malattie rare e i gruppi di malattie ora inserite nei Lea sono state individuate dopo un confronto tra le Regioni e il Ministero della Salute sulla base dei dati epidemiologici e dei più recenti studi scientifici. L’analisi ha permesso agli esperti di determinare la frequenza dei casi per ogni patologia e di valutare quelle a maggiore complessità assistenziale. Tra le nuove malattie inserite figurano molte malattie polmonari e malformazioni congenite. Vi è anche la fibrosi polmonare idiopatica, le malattie auto-infiammatorie come la febbre mediterranea familiare oppure quelle genetiche rare come la sindrome di Lowe. Ma per conoscere l’elenco completo delle malattie inserite dalla Regione Emilia-Romagna nei nuovi Lea è possibile consultare il sito di riferimento a questo indirizzo. Per ottenere l’esenzione, tuttavia, è necessario rivolgersi ai Centri di riferimento per le nuove patologie e dare avvio all’iter di presa in carico. In sostanza bisogna prenotare la prima visita per poi ricevere il certificato di diagnosi che dà diritto all’esenzione.