Salute | Cronaca

Misteriosi parassiti in mare mordono le gambe dei bagnanti

In Australia alcuni ragazzi sono stati morsi da misteriose creature marine che li hanno attaccati alle gambe causando numerose e gravi ferite. I responsabili dell’attacco pare siano degli isopodi marini, conosciuti anche come pidocchi del mare

Il mare nasconde molti pericoli
Il mare nasconde molti pericoli (Andrey_Kuzmin | shutterstock.com)

AUSTRALIA – Preoccupazione per chi va a farsi il bagno nelle acque australiane: si rischia di venire attaccati da strane creature marine che azzannano le gambe e provocano gravi ferite. L’ultimo episodio è accaduto ai danni di Sam Kanizay, un ragazzo di 16 anni, che è stato portato in ospedale a Melbourne con numerose ferite alle gambe. I medici e gli scienziati che hanno assistito al caso si dicono sconcertati dalla gravità del danno, tenuto conto di chi è il responsabile: una specie di parassiti, o pidocchi del mare chiamati isopodi marini, che di solito non attaccano l’uomo. È un nuovo pericolo in arrivo per tutti i bagnanti del mondo?

Popolano tutti i mari
Gli isopodi marini popolano praticamente tutti i mari, per cui sono presenti anche in quelli italiani. Sono conosciuti anche come ‘pulci di mare’ e sono dei crostacei ritenuti dei parassiti. In genere questi parassiti infestano i pesci, a cui si attaccano per mezzo di uncini di cui sono dotati. Questi uncini sono in grado di lacerare la pelle degli ospiti. Per mezzo della loro bocca succhiano il sangue del loro ospite, e sono talvolta così voraci da provocarne la morte per dissanguamento. Mai prima d’ora però si era verificato che cercassero di succhiare il sangue in questo modo da un essere umano.

L’episodio
L’attacco di cui danno notizia i media locali è avvenuto nella spiaggia di Dendy Street a Brighton. Il giovane Sam, dopo aver giocato a calcio, ha deciso di farsi un bagno in acqua. Subito non si è reso conto di quanto gli stava accadendo, e mezz’ora più tardi quando è uscito ha visto le sue caviglie che perdevano molto sangue. I pidocchi di mare a volte pizzicano gli esseri umani, ma il tutto si limita a questo. E il morso lascia una piccola eruzione cutanea che passa in breve tempo. Ma quanto accaduto a Sam è stato molto di più. A quanto pare le pulci di mare sono divenute più aggressive e ‘fameliche’.

Il tweet che l'immagine delle gambe di Sam morsicate
Il tweet che l'immagine delle gambe di Sam morsicate (JJFHypothesis- Twitter)

Il video dei ‘mostri’
Per capire e dimostrare che gli isopodi marini sono diventati aggressivi, il padre di Sam, Jarrod Kanizay, ha deciso di indagare girando un video in cui mostra cosa accade a un pezzo di carne cruda fatto cadere nell’acqua dove il figlio è stato attaccato dai pidocchi marini. Dopo di che ha postato questo video, che si può vedere QUI.
Dopo aver però visto il video, un professore dell’Università del Nuovo Galles del Sud, Alistair Poore, ha dichiarato che quelli ripresi non sono pidocchi di mare, o isopodi marini, ma altri parassiti chiamati anfipodi – che non sarebbero noti per uccidere gli esseri umani. «Puoi attirare molti animali in mare con della carne cruda – ha dichiarato il dottor Poore al New York Times – Anche se è interessante, non mi dimostra che sono stati loro ad attaccare le gambe». Sebbene in genere gli attacchi di questi parassiti non sono mortali, è indubbio che questi sono divenuti particolarmente aggressivi, fa notare l’esperto – divenuti così forse perché c’è maggiore scarsità di pesci. Bisogna anche tenere presente che i pidocchi vivono in tutto il mondo e non solo in Australia. Di parassiti o altre creature che pungono l’uomo ce ne sono molte, per esempio le zanzare o le sanguisughe, sottolinea il dott. Poore. Non ci si dovrebbe dunque stupire se si viene morsi da queste creature, almeno entro certi limiti.

Aggiornamento: Sono stati identificati i parassiti responsabili dell'attacco.