Sicurezza alimentare

Ancora allerta per il tonno contaminato ritirato dal mercato

Nuovo ritiro dal mercato per almeno un lotto di tonno, di provenienza spagnola, in cui sono stati trovati elevati livelli di istamina e al di sopra dei limiti di legge

Tonno contaminato ancora ritirato dal mercato
Tonno contaminato ancora ritirato dal mercato (Gaus Nataliya | shutterstock.com)

ROMA - Il Ministero della Salute interviene ancora per la sicurezza alimentare dei consumatori. Ha infatti decretato il ritiro dal mercato di un lotto di tonno di provenienza spagnola contenente livelli di istamina insolitamente alti e potenzialmente pericolosi. La presenza di questa sostanza in misura elevata nei pesci può causare diversi problemi di salute.

La sindrome
Uno tipico è la cosiddetta ‘sindrome sgombroide’, che si manifesta con sintomi simili a quelli di una patologia allergica: tra questi arrossamenti cutanei, prurito, cefalea pulsante, palpitazioni, nausea e crampi addominali.
La possibilità di far cuocere il prodotto, o il pesce in questo caso, non ne migliora la condizione di contaminazione, poiché l’istamina è resistente al calore. Per questo motivo è inutile cercare di rimediare in questo modo.

Il lotto
La segnalazione del Ministero della Salute riguarda il lotto di tonno congelato e prodotto dalla ditta spagnola Trivaris a numero T154-17. Chi avesse già acquistato tale prodotto è invitato a non consumarlo e a riportarlo al punto vendita per la sostituzione o la restituzione del denaro speso per l’acquisto.