21 marzo 2019
Aggiornato 09:30
Ipertensione e salute del cuore

Pressione alta, stress? Le «medicine» Mozart e Strauss li riducono

Gli scienziati scoprono che una medicina contro l'ipertensione o la pressione arteriosa elevata la si può trovare nella musica e, in particolare, in quella di Mozart e Strauss. I risultati di un nuovo studio mostrano che la musica di questi compositori può ridurre i livelli di cortisolo nel sangue e la frequenza cardiaca

Ipertensione e stress, la musica di Mozart e Strauss li riduce
Ipertensione e stress, la musica di Mozart e Strauss li riduce

GERMANIA – I ricercatori Hans-Joachim Trappe e Gabriele Volt dell'Università della Ruhr a Bochum (Germania) hanno condotto uno studio per verificare gli effetti della musica sulla pressione del sangue o arteriosa e sui livelli di cortisolo (l'ormone dello stress) nel sangue. E i risultati hanno rivelato che la musica di Mozart e quella di Strauss funzionano, meglio che quella degli ABBA.

Differenti generi
Che la musica classica avesse determinati effetti sull'organismo umano era già stato mostrato da numerosi studi. Però, i ricercatori tedeschi hanno voluto valutare gli effetti sul sistema cardiovascolare di differenti generi musicali. Per questo motivo hanno coinvolto 120 volontari per osservare cosa accadeva quando ascoltavano brani musicali di diversi autori.

Gli esperimenti
I partecipanti sono stati suddivisi a caso in due gruppi principali. Il primo gruppo è stato ulteriormente suddiviso – sempre a caso – in altri tre gruppi. Il secondo gruppo, composto dai rimanenti 60 soggetti è rimasto così. Gli appartenenti ai 3 sottogruppi sono stati sottoposti all'ascolto, per 25 minuti, rispettivamente di brani musicali di W. A. Mozart, di J. Strauss Jr e del gruppo musicale svedese ABBA. Gli appartenenti al secondo gruppo hanno fatto da controllo, e sono rimasti nel silenzio per lo stesso lasso di tempo. Prima e dopo l'ascolto della musica (e un periodo di quiete per tutti), o il restare in silenzio, ai partecipanti sono stati misurati la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca e la concentrazione di cortisolo nel sangue.

I risultati
I risultati completi dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Deutsches Ärzteblatt International, e mostrano come, in particolare, la musica classica di Mozart e Strauss avesse abbassato la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, mentre nessun effetto sostanziale è stato osservato con le canzoni degli ABBA. Nel gruppo di controllo, a riposo e in posizione supina, la musica degli ABBA ha sì anche ridotto la pressione sanguigna, ma l'effetto era molto meno pronunciata rispetto all'esposizione alla musica di Mozart o di Strauss. In linea generale, tutti i generi musicali hanno ridotto le concentrazioni di cortisolo nel sangue. A beneficiare tuttavia di più di questa riduzione dell'ormone dello stress sono stati gli uomini, rispetto alle donne – specie dopo aver ascoltato i brani di Mozart e Strauss, piuttosto che degli ABBA. Infine, il confronto con il gruppo di controllo ha mostrato che l'effetto della musica era molto più grande rispetto al silenzio.