30 settembre 2020
Aggiornato 03:30
Alimenti e cancro

Le patate? Mai in frigo. Possono diventare cancerogene

Mettere le patate in frigorifero può essere una mossa azzardata e pericolosa per la salute. L’avvertimento delle autorità sanitarie sul rischio cancro derivante da questa pratica

STATI UNITI – C’è anche chi usa mettere o conservare le patate in frigorifero, al pari di altre verdure. Ma questa è una cosa che va bene fare o no? No.

Reazioni chimiche
È una ricerca condotta dalla US Food Standards Agency (FSA) a mettere in guardia dal conservare le patate in frigo, poiché questo può determinare una reazione chimica potenzialmente pericolosa, in particolare quando poi si vada a cucinarle. Nello specifico, l’FSA avverte che «quando le patate sono conservate in frigo l’amido nella patata viene convertito in zucchero. Quando cotte al forno o fritte, questi zuccheri si combinano con l’aminoacido asparagina e producono l’acrilamide chimica, che è ritenuta essere dannosa».

Rischio cancro
L’Acrilammide o acrilamide che si genera con la cottura è anche un prodotto chimico spesso utilizzato nella produzione di carta e plastica. Questa stessa sostanza è stata collegata al rischio cancro. L’Efsa (l’Autorità europea per la sicurezza alimentare), la definisce così: «L’acrilammide è una sostanza chimica che si forma naturalmente negli alimenti amidacei durante la cottura ad alte temperature come frittura, cottura al forno e alla griglia e anche durante i processi di trasformazione industriale a oltre 120° C e bassa umidità». In lavoro iniziato nel 2013 si sono raccolti una mole di dati sul rischio rappresentato dall’acrilammide. A conclusione dei lavori, sul sito dell’Efsa si legge che «Sulla base di questi studi condotti sugli animali, gli esperti dell’EFSA hanno ribadito le valutazioni precedenti secondo cui la presenza di acrilammide negli alimenti può aumentare il rischio di cancro per i consumatori in tutte le fasce d’età. Anche se ciò vale per tutti i consumatori, è l’infanzia la fascia d’età maggiormente esposta, a seconda del peso corporeo». In definitiva, è meglio evitare di conservare le patate nel frigorifero.