24 giugno 2024
Aggiornato 08:30
Arriva il virus delle teste piccole, lo zika

Timore per la diffusione dello Zika virus, che causa microcefalia nei bambini

Si chiama microcefalia, cioè la nascita di un bambino con una testa come quella di un bambolotto e con problemi al cervello. La provoca il virus Zika, che pare si stia diffondendo partendo dal Brasile

BRASILIA ─ C’è un virus che forse in pochi hanno sentito nominare: il virus Zika (ZIKV). Prende il suo nome dalla foresta dell’Uganda in cui fu scoperto nel 1947. È trasmesso da una zanzara (compresa quella «tigre») ed è tra gli altri causa di malformazioni alla nascita come la microcefalia, una testa più piccola del normale. In Brasile è già stato di emergenza, ma pare si stia diffondendo anche in altri Paesi.

Allarme
Secondo le autorità sanitarie Usa il problema è molto serio. Soltanto in Brasile, nel 2014, ci sono stati circa 200 bambini nati con questa malformazione grave e permanente, per passare a quasi 3.000 casi nel 2015 ─ segno che il virus si diffonde rapidamente. Fino a poco fa pareva restare confinato in Brasile, ma un caso segnalato sabato scorso nelle Hawaii e un altro diagnosticato a un signore di Houston ha confermato che la situazione potrebbe assumere le condizioni di epidemia.

Evitare i Paesi a rischio
I CDC degli Stati Uniti avvertono di evitare i viaggi nei Paesi a rischio. Una precauzione profilattica per scongiurare di contrarre l’infezione e diffonderla in altre nazioni. Tra i Paesi a rischio identificati a oggi vi sono: Brasile, Colombia, El Salvador, Guyana Francese, Guatemala, Haiti, Honduras, Martinica, Messico, Panama, Paraguay, Suriname, Venezuela e Porto Rico. In particolare, si sconsigliano i viaggi alle donne in gravidanza.

Colpevoli i cambiamenti climatici
Secondo gli esperti, la diffusione dei vettori (zanzare come l’Aedes aegypti) e del virus sono favoriti dai cambiamenti climatici e gli spostamenti delle persone attorno al mondo sempre più semplici e assidui. Questo tipo di zanzara è anche ritenuta la responsabile di malattie come la febbre gialla, la dengue, l’encefalite del Nilo occidentale (West Nile Virus) e giapponese.

I sintomi
Nelle persone adulte il virus Zika è causa di febbre, mal di testa, dolori muscolari e articolari, eruzioni cutanee. Quando colpisce una donna incinta, specie nei primi tre mesi, può bloccare lo sviluppo delle cellule cerebrali del feto. Questo ha come conseguenza un arresto anche dello sviluppo del cranio e diversi danni al cervello.