7 luglio 2020
Aggiornato 04:00
Oli essenziali e aromaterapia, la lavanda

Tutte le proprietà dell’olio essenziale di lavanda

Uno dei migliori ringiovanenti naturali, può essere adoperato contro i dolori mestruali, cicatrici e smagliature. Riduce l’ansia ed ha una forte azione battericida

L’olio essenziale di lavanda è uno degli oli essenziali più conosciuti e utilizzati. Il motivo non è soltanto la semplice reperibilità, ma anche l’estrema sicurezza del prodotto. È infatti uno dei pochi oli essenziali che in alcuni casi può essere adoperato anche puro sulla pelle.

Uno dei migliori citofilattici contro rughe e smagliature
La lavanda vanta incredibili proprietà citofilattiche – promuove, cioè, la generazione di nuove cellule cutanee. Ciò significa che può essere considerato uno dei migliori ringiovanenti, se applicato sulla pelle quotidianamente. Questa sua virtù lo rende prezioso anche nei confronti delle smagliature. Alla prima comparsa, è consigliabile applicarle direttamente sulla cute. Se l’olio essenziale è puro al 100% non irrita la pelle, tuttavia è sempre bene fare un piccolo test sulla pelle del gomito. In alternativa, è sufficiente diluirlo in un po’ di olio vegetale.

  • TIPS: olio anti smagliature fai da te
    L’olio vegetale è uno dei migliori veicoli per l’olio essenziale, inoltre penetra molto più in profondità di qualsiasi altra crema o lozione. Allo scopo puoi miscelare un po’ di burro di karité, insieme a olio di jojoba, di mandorle e di albicocche. Una volta amalgamati bene gli ingredienti di base unisci un po’ di oli essenziali di lavanda e mandarino, specifici per le smagliature.

Incredibilmente efficace contro le ustioni
La sua potente azione rigenerante rende l’olio essenziale di lavanda un eccezionale rimedio naturale per le ustioni. Si può applicare puro o diluito nella cute lesa, diverse volte al giorno. Secondo Robert Tissernad, famoso terapista naturale, la lavanda è un eccellente scelta perché, oltre a rigenerare più velocemente la pelle, possiede virtù antisettiche e antiflogistiche utili per velocizzare la guarigione. A tale scopo, il dottor Valnet lo consiglia anche in caso di ferite in necrosi e nelle fistole anali. Ottimo, anche per la prevenzione e cura dei colpi di sole.

  • Approfondimento: Renè Maurice Gattefossé (1881-1950) famoso chimico francese, studiò a fondo gli oli essenziali, coniando il termine «aromaterapia». Durante uno dei suoi esperimenti si bruciò un braccio. D’istinto infilò la parte lesa nell’olio essenziale di lavanda, e guarì in tempi brevissimi. Da quel momento in poi sia lui che altri ricercatori approfondirono l’incredibile proprietà citofilattica di questa essenza.

Un calmante naturale che abbassa anche la pressione sanguigna
La lavanda riduce la pressione arteriosa, abbassando la tensione superficiale del sangue. Ma è anche un eccellente calmante naturale. Si può adoperare in caso di eccessivo eccitamento, nervosismo e ansia. Funziona bene anche contro le coliche, l’insonnia e la debolezza.

Elimina l’acne
L’essenza è attiva anche contro l’acne, specie se associata agli oli essenziali di tea tree e timo. Allo scopo deve essere preparata una miscela al 2-4% con questi oli essenziali.

Ottimo antibiotico
L’olio essenziale di lavanda essere attivo contro il batterio che causa la tubercolosi, la difterite e il tifo. Ottimo anche contro stafilococco e gonococco, per i quali è tuttavia necessario adoperare un olio essenziale purissimo. Secondo alcuni studi i vapori uccidono streptococco e pneumococco in 12-24 ore.

Riduce i dolori del parto
L’olio essenziale di lavanda è un rimedio naturale contro i dolori del parto, secondo Tisserand favorisce l’espulsione del neonato, diminuisce l’intensità delle doglie riducendo l’agitazione della madre. A tale scopo può essere applicato nella regione sacrale come antidolorifico e sulla fronte come rilassante. Un altro rimedio è quello di fare un impacco sull’addome con l’acqua aromatica.

Riduce la leucorrea e l’ipomenorrea
Applicato nella zona addominale favorisce il flusso mestruale sia in caso di ipomenoorea che di blocco o diminuzione del ciclo mestruale. Per irrigazione vaginale l’O. E. di lavanda è attivo contro la leucorrea.

Spegne i dolori reumatici e muscolari
Miscelato con olio vegetale, l’1% di peperoncino e il 3% di oli essenziali di lavanda, abete, cannella e canfora riduce i dolori muscolari e reumatici se applicato localmente.

Contro le punture di insetti
Miscelato con l’olio essenziale di citronella in olio vegetale allontana gli insetti e lenisce le punture. Secondo Valnet la lavanda è in grado di neutralizzare il veleno di serpenti e di ragni velenosi come la vedova nera.

COME UTILIZZARE L’OLIO ESSENZIALE DI LAVANDA
Per purificare l’ambiente
: 20 gocce ogni mezzo litro di acqua.

Bagno rilassante: 25 gocce nella vasca da bagno, previa miscelazione in un cucchiaio di sale marino integrale.

Per via esterna: 1 o 2 gocce diluite in 15 ml di olio vegetale.

Controindicazioni dell’olio essenziale di lavanda
Svolge azione depressiva sul sistema nervoso, pertanto è sconsigliabile usarlo nei pazienti affetti da depressione. Non dovrebbe essere assunto insieme a farmaci che contengono iodo e ferro.

Importante: gli oli essenziali dovrebbero sempre essere adoperati con cautela e mai puri. Si utilizzano sempre in dosi minime. Non superare mai le dieci gocce al giorno.