11 dicembre 2019
Aggiornato 15:00
Gli effetti della musica sull’organismo

Musica e cervello, il genere che ascolti rivela la tua salute mentale

Se ascolti l’heavy metal potresti essere una persona irosa, ma con Slayer rischi di deprimerti ancora di più. I tuoi gusti musicali possono incidere sulla salute mentale, e non solo. Ecco la musica che fa bene

DANIMARCA – Sì sa, in fatto di gusti musicali ognuno è diverso, un po’ come a tavola. Ma secondo alcuni ricercatori le proprie scelte potrebbero fornire precise indicazioni su sentimenti, paure e ansie.

Se ascolti la musica sbagliata potresti diventare molto ansioso
Ascoltare musica triste o aggressiva può aumentare notevolmente il rischio di ansia e agitazione. A suggerirlo sono stati alcuni ricercatori dell’Università di Aarhus in Danimarca in collaborazione con l’Università di Jyväskylä e l’Università di Aalto in Finlandia. Per arrivare a tali conclusioni sono state analizzate le attività neuronali dei partecipanti allo studio durante l’ascolto di vari tipi di musica.

La scelta è fondamentale
Si sceglie di ascoltare un tipo di musica piuttosto che un altro, per motivi ben precisi. «La motivazione per cui si sta ascoltando la musica è fondamentale», spiega la musicoterapeuta neurologica Jay Anderson – Se qualcuno ha bisogno di ascoltare musica che rilascia adrenalina, il corpo si mette in modalità di lotta o fuga, rilasciando in seguito un effetto calmante», questa potrebbe essere una buona soluzione per sentirsi meglio quando si è arrabbiati con qualcuno.

Se ascolti l’heavy metal forse hai bisogno di calmarti
Sembra una musica tutt’altro che calmante, ma i ricercatori dell’University of Queensland in Australia hanno scoperto che la musica estrema, tra cui metal, emo, punk e scream, ha causato un aumento delle emozioni positive in tutti i partecipanti. Non solo, il livello di frequenza cardiaca è rimasto inalterato durante l’ascolto della musica. Chi ascolta questo genere di musica, generalmente è arrabbiata e ha bisogno di calmarsi.

Se è piacevole fa sempre bene
Ascoltare la musica che si ama di più durante il giorno, innescando ricordi piacevoli, può fare molto bene alla salute. «Studi di brain imaging mostrano che l’ascolto della propria musica preferita attiva il sistema dopaminergico di ricompensa a livello cerebrale nello stesso modo in cui si mangia, si fa sesso, e si assumono droghe», scrivono gli esperti.

Se sei triste e ascolti Salyer potresti non voler più vivere
Il dott. Anderson spiega che non tutta la musica metal è uguale, e in alcuni casi poco adatta a chi è depresso. «Ho avuto a che fare con persone depresse che mi dicevano che ascoltavano la stessa musica da sempre, come Slayer, perché li rilassa». Purtroppo, però, tali musiche su alcuni individui sembrano portare alla tristezza e, in casi estremi, al suicidio.

La musica di Mozart resta sempre la più terapeutica
Le ricerche sulle grandi opere di Mozart si sprecano e per ora rimane sempre in pole position per il trattamento di malattie fisiche e mentali. Un’oretta al giorno potrebbe aiutare le persone colpite da epilessia, migliorare l’apprendimento scolastico, la tranquillità e persino l’intelligenza. Secondo il famoso medico Alfred Tomatis, ciò avviene perché il cervello viene «caricato» di potenziale elettrico proveniente dai suoni ad alta frequenza. Non caso il medico asseriva che la musica di Mozart «provoca il maggior effetto curativo sul corpo umano». Non è mai troppo tardi per cambiare gusti musicali.