27 giugno 2019
Aggiornato 06:30
Salute

OMS, è rischio poliomelite

A preoccupare gli esperti il fatto che Camerun, Pakistan e Siria hanno esportato numerosi casi. L’esperto: «La malattia può tornare endemica»

GINEVRA - L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha decretato «lo stato di allerta per la salute pubblica globale» in seguito ai numerosi casi di poliomelite registratisi dal gennaio scorso in diversi Paesi fra cui Iraq, Afghanistan e Guinea Equatoriale.

L'Oms aveva tenuto la settimana scorsa una riunione urgente suill'allarme poliomelite, constatato il moltiplicarsi dei casi negli ultimi quattro mesi in diversi Paesi.

DECISIONE UNANIME - La decisione di decretare lo stato di allerta è stata adottata all'unanimità: «se non verrà messa sotto controllo la situazione potrebbe mettere a rischio l'eliminazione di una delle malattie più gravi evitabili con le vaccinazioni», avverte l'Organizzazione sottolineando che i rischi maggiori riguardano soprattutto Pakistan, Camerun e Siria.

Dal 1988 ad oggi i casi sono diminuiti del 99%, grazie agli sforzi a livello globale per eliminare la malattia grazie al vaccino; oggi la poliomelite rimane endemica in tre soli Paesi: Afghanistan, Nigeria e Pakistan.;