28 ottobre 2021
Aggiornato 22:30
Biotecnologie e Alzheimer

Nuovo tipo di immunoterapia biotech per il trattamento dell’Alzheimer

L’immunizzazione passiva con anticorpi anti-amiloide rappresenta una delle strategie terapeutiche per l’Alzheimer

L’immunizzazione passiva con anticorpi anti-amiloide rappresenta una delle strategie terapeutiche per l’Alzheimer. Un limite a questo tipo di trattamento è rappresentato da taluni effetti collaterali come le microemorragie. Il gruppo di ricerca guidato da Sally Schroeter, ricercatrice presso la Elan Pharmaceuticals di San Francisco (California, USA), ha mostrato come questo ostacolo possa essere superato iniettando in topi PDAPP (che normalmente sviluppano l’Alzheimer) un anticorpo, il 3D6, che riconosce le sostanze amilodi, iniziando le inoculazioni dai 12 mesi di vita degli animali per i successivi 6 mesi. L’anticorpo ha mostrato la capacità di rimuovere i depositi di sostanze amiloidi sia nei vasi cerebrali che nell’encefalo, e, se somministrato in dosi moderate, di prevenirne di nuovi senza causare microemorragie. I risultati di questo studio suggeriscono l’impiego di questa strategia terapeutica prima della formazione della placca.