7 aprile 2020
Aggiornato 09:30
Emergenza coronavirus

Matteo Renzi: «Il peggio deve ancora arrivare»

«L'Italia può essere più forte del Coronavirus, ma è necessario agire subito». Così il leader di Italia Viva Matteo Renzi nel corso di una diretta Facebook

Video Agenzia Vista

ROMA - «Sono ore molto delicate per l'Italia, forse tra le più delicate della storia recente del nostro Paese. L'emergenza sanitaria non è ancora al picco, il peggio deve ancora arrivare. Dirselo è segno di maturità, perché è la verità, per questo dobbiamo seguire le regole». Lo dice Matteo Renzi, in un video postato su Facebook, in relazione all'emergenza coronavirus. «Se siamo in una situazione di emergenza e non seguiamo le regole - aggiunge - siamo in anarchia. Seguire le regole significa rispettare i decreti che il governo ha deciso di attuare. Se c'è una catena di comando va rispettata».

«Mi permetto di suggerire al governo per il futuro di affiancare alla struttura valida che già sta lavorando, personalità che abbiano un'esperienza nella gestione delle crisi. Ci vuole Guido Bertolaso, una personalità che abbia una capacità di lavorare con governi di tutti i colori e che sia anche capace di mettere le mani nella comunicazione istituzionale durante la crisi, che è un tema fondamentale, lo abbiamo visto anche stanotte, e nella gestione dell'emergenza», aggiunge.

I rischi per l'economia

Sull'economia «o interveniamo adesso o rischiamo di perdere un pezzo delle piccole e medie imprese del nostro Paese. Mercoledì interverrò in Senato votando a favore della richiesta del ministro Gualtieri di avere più deficit in Europa, ma soprattutto per dire che occorre liquidità immediata anche alle famiglie», prosegue. Bisogna prendere le misure necessarie per la nostra economia, «a cominciare, probabilmente domani da tener chiusa la Borsa».

«Tutti gli esperti - dicono - dicono che queste crisi sono devastanti all'inizio ma poi si risale velocemente. Il grafico di queste crisi è a 'v': il problema nostro è riuscire ad arrivare al momento più basso della 'v' con le aziende ancora vive».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal