14 novembre 2019
Aggiornato 07:00

Matteo Renzi: «Al voto nel 2023 altrimenti il Paese va a Salvini»

Il leader di Italia Viva: «Andare ora alle urne sarebbe masochismo. Il primo atto del governo giallorosso è stata quella a mettere la museruola a Salvini»

Matteo Renzi, leader di Italia Viva
Matteo Renzi, leader di Italia Viva ANSA

ROMA - «Possibile che l'unico argomento di discussione in Italia sia la paura e quando si va a votare? Si va a votare nel 2023». Lo ha sostenuto Matteo Renzi intervenendo a Linkiesta Festival. Per il leader di Italia Viva «se il Pd e il M5s scelgono di andare a votare oggi di fatto disintegrano la propria rappresentanza in Parlamento. Significa consegnare il Paese a Salvini, si chiama masochismo. Se qualcuno si alza e dice dobbiamo tutti suicidarci, è successo a una setta a Waco in Texas, questo potrebbe accadere al Pd e ai grillini. Ma non lo suggerisco».

«Elezioni Emilia Romagna non sono il giudizio di Dio»

«Il primo atto del governo giallorosso è stata quella a mettere la museruola a Salvini, ad un tentativo di distruggere la credibilità dell'Italia. Noi abbiamo fatto un'operazione di igiene istituzionale che ha salvato l'Italia da un rischio pericoloso. In Emilia Romagna facciamo il tifo perché il presidente della Regione Bonaccini ce la faccia. Siccome è più bravo di quell'altra io penso che ce la farà. Poi stiamo a vedere. Non è che ogni volta che si vota è un giudizio di Dio. Non credo che le elezioni in Emilia Romagna siano il giudizio di Dio».

«Mi auguro che Parlamentari Forza Italia aderiscano a Italia Viva»

«Ci sono parlamentari di Forza Italia molto seri che stanno riflettendo cosa fare e mi auguro che già nei prossimi giorni possano aderire a gruppi di Italia Viva». Lo ha detto il leader del partito Matteo Renzi spiegando che la sfida di Italia Viva è «lasciarsi contaminare, non essere il partitino di Renzi, che comunque è in doppia cifra». L'ex premier ha ricordato poi che «ci sono persone che stimiamo come Mara Carfagna a cui non tiriamo la giacchetta. Noi andremo a fare una cosa nuova, che sarà rivoluzionaria per la politica. Più persone ci saranno meglio sarà».

Carfagna: «Mio campo rimane il centrodestra»

«Il mio campo politico è e resterà il centrodestra. Tra il mio percorso e quello di Matteo Renzi non possono esserci sovrapposizioni, lui è nell'altra metà campo e sostiene un governo di sinistra». Così Mara Carfagna, esponente di Forza Italia ha replicato a Matteo Renzi che oggi ha aperto la porta di Italia Viva ai parlamentari azzurri.