14 novembre 2019
Aggiornato 16:30

Matteo Renzi: «Dalla Leopolda zero polemiche e zero tensioni nei confronti del Governo»

Il leader di Italia Viva alla Leopolda 10: «Manovra? Cercheremo di migliorarla, aspettiamo i testi. Regionali? Parleremo di idee e progetti»

Matteo Renzi, leader di Italia Viva
Matteo Renzi, leader di Italia Viva ANSA

FIRENZE - «Dalla Leopolda zero polemiche e zero tensioni» nei confronti del governo. Lo ha detto il leader di Italia Viva Matteo Renzi, parlando con i giornalisti alla Leopolda 10, che si apre oggi a Firenze. La legge di bilancio? «Aspettiamo che arrivino i testi. Cercheremo di migliorare la manovra», ha detto l'ex Premier. Renzi ha sottolineato, quindi, riferendosi alla manovra economica, che «è chiaro che poi cercheremo tutti insieme di fare del nostro meglio per migliorare senza un tono polemico. Dalla Leopolda - ha ribadito - zero polemiche, zero tensioni, zero minacce e naturalmente cercheremo di fare il nostro lavoro. Vorrei che nessuno si stupisse del fatto che c'è un lavoro parlamentare, cioè che un governo presenta una proposta di legge di bilancio, un Parlamento cerca di migliorarla e se questa proposta di bilancio sarà migliorata questo è un bene per tutti».

«Leopolda successo per governo-opposizione»

«Io penso che se ci saranno proposte, idee e progetti per il Paese» la Leopolda «sarà un successo per tutti: per noi, per 'Italia viva' ma anche lasciatemelo dire, governo ed opposizioni. Insomma noi sia un luogo nel quale nascono delle idee. Ad averne di luoghi del genere. Calcisticamente per chi ama il Barcellona questa è una cantera, è un vivaio. Ora 'Italia viva'-'Italia vivaio' diventa una battuta facile, comunque un'Italia vivace».

«Regionali? Parleremo di idee e progetti»

«Queste discussioni non sono all'ordine del giorno. In questi tre giorni parleremo del piano per le famiglie da qui al 2029, di investimenti sulle infrastrutture verdi, di dissesto idrogeologico, smart city e lanceremo delle idee, dei progetti». Lo ha detto Matteo Renzi rispondendo a una domanda sulle Regionali, previste per il 2020 anche in Toscana.

«Tutti dalla parte dei curdi»

«La cosa che faremo stasera è il lancio di un collegamento Skype con Kobane, con delle donne guerriere che stanno difendendo il proprio territorio e direi anche l'onore dell'Occidente contro l'aggressione turca». La kermesse che si tiene alla ottocentesca stazione Leopolda di Firenze ospita quest'anno anche la mostra intitolata «Il tappeto volante» in memoria di Tiberio Barchielli, «Reporter, paparazzo e fotografo di Palazzo Chigi», scomparso pochi mesi fa. «Sapete che da qualche ora è in vigore una tregua, speriamo che regga, quello che per me à fondamentale è dire che noi stiamo dalla parte dei curdi, delle ragazze curde - ha aggiunto -, e la Leopolda di quest'anno, tra tante discussioni politiche che giustamente voi fate, si apre con un gesto, questo collegamento Skype che faremo con Kobane, la Leopolda chiama Kobane e tutti insieme dalla parte dei curdi, delle donne curde».