24 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Emergenza sbarchi

Migranti, lo sbarco della Ocean Viking a Messina

Sono cominciate al porto di Messina le operazioni di sbarco dei 182 migranti a bordo dalla Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranée e Medici Senza Frontiere

Video Agenzia Vista

MESSINA - È arrivata stamani poco dopo le 8 al porto di Messina la Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranée e Medici senza frontiere con a bordo 182 migranti salvati nei giorni scorsi nel Mediterraneo. Tra loro ci sono donne, bambini e un neonato di pochi giorni. Sul molo Norimberga è stata allestita la macchina dell'accoglienza coordinata dalla Prefettura di Messina. Sul posto, le Forze dell'Ordine, gli uomini della croce rossa, dell'Asp di organizzazioni di volontariato e del Comune.

La decisione del Viminale

Una volta concluse le operazioni di sbarco, i profughi saranno accompagnati nell'hotspot di Bisconte, allestito nella caserma Gasparro. La decisione di far approdare la nave a Messina è stata assunta dal Viminale domenica scorsa dopo che la Commissione europea ha raggiunto un accordo sulla redistribuzione dei migranti in cinque Paesi dell'Ue.

Migranti raccontano torture e violenze subite

Una volta sbarcati, i profughi hanno raccontato l'inferno attraversato prima di partire alla volta dell'Europa. In particolare hanno riferito le torture e le violenze sessuali subite mentre erano in Libia. I migranti, tra i quali 14 bambini, 16 donne, una delle quali incinta all'ottavo mese, e un neonato di appena 8 giorni, sono stati assistiti sul molo Norimberga dov'è stata allestita la macchina dell'accoglienza coordinata dalla Prefettura di Messina. Sul posto c'erano come sempre le Forze dell'Ordine, gli uomini della Croce Rossa, dell'Asp di organizzazioni di volontariato e del Comune. Una volta concluse le operazioni di sbarco, i profughi sono stati accompagnati nell'hotspot di Bisconte, allestito nella caserma Gasparro. Soltanto il neonato e la donna incinta sono stati condotti al Policlinico di Messina.

Msf: «Sia ultima volta in cui sbarco è ritardato»

«Le 182 persone a bordo della Ocean Viking sbarcano a Messina, una settimana dopo essere state soccorse in mare», sottolinea Medici sena frontiere che insieme a Sos Méditerranée gestisce la nave, e lancia un appello: «Chiediamo ai leader Ue, dopo il loro incontro a Malta, di garantire che questa sia l'ultima volta in cui uno sbarco in un porto sicuro viene ritardato».