13 novembre 2019
Aggiornato 14:00
Immigrazione

Richard Gere e Chef Rubio a bordo della Open Arms con 121 immigrati

L'imbarcazione si trova in acque internazionali. L'attore: «Molte delle persone a bordo hanno sofferto torture e violenze in Libia»

Video Euronews

LAMPEDUSA - Richard Gere e Chef Rubio sono saliti a bordo di Open Arms per portare la solidarietà ai 121 migranti bloccati da 8 giorni davanti a Lampedusa. «Intorno alle 10 abbiamo lasciato il porto di Lampedusa con i rifornimenti e con i viveri necessari ai naufraghi ancora a bordo di Open Arms», racconta al Notiziario evangelico Alberto Mallardo, operatore di Mediterranean Hope, programma rifugiati e migranti della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei), che ha accompagnato l'attore e lo chef.

L'imbarcazione in acque internazionali

«Siamo arrivati in acque internazionali dove abbiamo consegnato questi viveri. Ora siamo a bordo. Ho avuto modo di parlare con le persone, sono stanche ma stanno bene fisicamente. Mi hanno raccontato del loro viaggio; provengono da due imbarcazioni diverse. Una è stata in mare circa due giorni. Molte delle persone a bordo hanno sofferto torture e violenze in Libia. Un ragazzo etiope ha detto di essere stato in Libia per un anno e mezzo. Ci sono tante nazionalità: Etiopia, Eritrea, Nigeria, Mali, Gambia. Ci sono molte donne e bambini, e anche due gemellini di 9 mesi e sperano di poter attraccare il più presto possibile. Io gli ho raccontato che a Lampedusa si stanno svolgendo manifestazioni di solidarietà nei loro confronti e che li aspettiamo per accoglierli a braccia aperte».

Conferenza di Open Arms

Questa mattina alle 11.00, presso l'aeroporto di Lampedusa si svolgerà conferenza stampa convocata dall'ONG Proactiva Open Arms. Saranno presenti Oscar Camps, fondatore Open Arms, Riccardo Gatti, presidente Open Arms Italia, Richard Gere, attore e attivista per i diritti umani e Gabriele Rubini (Chef Rubio), cuoco e fotografo. Parteciperà una delegazione di Mediterranean Hope, che sull'isola svolge attività di osservazione umanitaria e accoglienza.