24 febbraio 2020
Aggiornato 16:46
Video

Genova, diffuso un nuovo video del crollo del Ponte Morandi

Intanto sono state chiuse le indagini sul 'video scomparso': il black out delle telecamere di Autostrade non è stato causato da una manomissione

GENOVAIl black out delle telecamere di Autostrade, che non hanno ripreso il momento del crollo del ponte Morandi, non è stato causato da una manomissione. Questo quanto emerge dalle indagini della squadra mobile di Genova che ha risolto il giallo sul video interrotto. Intanto  spunta un video di una telecamera fissa di una azienda, con sede in corso Perrone che riprende chiaramente il momento del crollo di ponte Morandi dello scorso 14 agosto. Il video è in mano agli investigatori e non è stato diffuso. «Le immagini» ha spiegato il procuratore Francesco Cozzi «non le possiamo divulgare per motivi investigativi. Se i vari testimoni oculari che stiamo sentendo le vedessero rischierebbero di raccontarci una versione inquinata di come sono andate esattamente le cose. E così ci permette anche di escludere mitomani che possano inventarsi le cose».