18 ottobre 2018
Aggiornato 17:30

Grillo molla il M5s? Di Maio: «Fake news»

Il candidato premier pentastellato: «Qualcuno spera che si faccia da parte ma è una grande forza e risorsa per il Movimento, la più grande che abbiamo»

TORINO - «Qualcuno spera che Beppe Grillo si faccia da parte ma Beppe Grillo è una grande forza e risorsa per il Movimento, la più grande che abbiamo, sarà con noi in questa campagna elettorale e anche dopo e resta il garante, e c'e' scritto anche nel nostro statuto». Così Luigi di Maio, a Torino, a proposito delle indiscrezioni su Beppe Grillo, che Di Maio ha bollato come «fake news». I consiglieri piemontesi del Movimento 5 Stelle Di Maio fianco a fianco a mostrare davanti alla sede della Regione Piemonte, guidata da Sergio Chiamparino (Pd), un gigantesco assegno di oltre 103 mila euro in favore dell'Associazione dei volontari contro gli incendi boschivi. E' iniziata così la tre giorni torinese del candidato premier pentastellato Di Maio. I soldi sono frutto del taglio degli stipendi dei 7 pentastellati che siedono in Consiglio regionale.

Le chiacchiere stanno a zero con noi
«Fin da subito avevamo denunciato che gli incendi in Val di Susa erano stati sottovalutati dell'attuale amministrazione. Ora vogliamo dare i soldi risparmiati al corpo volontario Aib Piemonte che ha operato per domarli. Non sono regalie ma soldi pubblici che tornano ai cittadini» ha detto Francesca Frediani, capogruppo del M5S in consiglio regionale Ai volontari antincendio andrà la metà dei soldi risparmiati dei sette consiglieri. L'altra meta' sara' devoluta a finanziare gli interventi di manutenzione del territorio. «Tutti i partiti dicono di voler abbassare le tasse, fare spending review e restituire i soldi ai cittadini. Ma le chiacchiere stanno a zero con noi» ha detto Di Maio.