Italia | Crisi PD

Prodi: «Pisapia frittata mal riuscita»

Il fondatore dell'Ulivo è «dispiaciuto» per la scelta dell'ex sindaco di MIlano

ROMA - Romano Prodi è «dispiaciuto» per la scelta di Giuliano Pisapia, l'ex premier nega che si tratti di una «defezione», spiega che probabilmente il leader di Campo progressista ha capito che «non era cosa» e aggiunge: «Si tenterà di nuovo». Prodi lo ha detto questa mattina all'iniziativa 'Più libri, più liberi' a Roma.

Nessuna defezione
In un video su Repubblica.it, l'ex premier spiega: «Non sono defezioni, perché Pisapia non aveva deciso. Aveva studiato il campo e poi ha concluso che non era cosa? Come il tentativo che Fassino e io abbiamo fatto di incollare la situazione, la colla non ha funzionato. Il processo va avanti, si tenterà di nuovo perché secondo me è un processo importante e utile al Paese. Ma non è che Pisapia fosse leader di una coalizione e si sia dimesso: ha esplorato e non ha trovato o in sé stesso o nel gruppo di riferimento le motivazioni sufficienti per andare avanti. Mi dispiace».