20 ottobre 2019
Aggiornato 03:30
Lgbt

Mario Adinolfi «molestato» per provocazione a Novara

Il politico, a Novara per un incontro del Popolo della famiglia, è stato raggiunto sul palco da due giovani: mentre uno riprendeva la scena l'altro si è lanciato in effusioni

NOVARA - Poco dopo l'inizio della presentazione dell'ultimo libro di Mario Adinolfi «O capiamo o moriamo», a Novara venerdì scorso, un ragazzo nudo con un mini perizoma è salito sul palco e ha iniziato ad accarezzare e palpeggiare Adinolfi. Dopo alcuni minuti la Digos ha portato via il ragazzo.

«Abbiamo avuto l'ennesima aggressione, questa volta un po' più fastidiosa del solito. E' salito sul palco un ragazzo nudo, mi ha palpeggiato per molti minuti. Fosse accaduto a chiunque altro avremmo diverso tipo di aggressione e parleremmo di molestie sessuali. Io credo di aver sopportato tutto con olimpica calma.
Se ci fosse stata una donna al posto mio, quel comportamento non sarebbe stato neanche immaginabile. Con noi ormai vale tutto, siamo al surreale»
, ha detto Adinolfi ai microfoni di ECG su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano. «Pensate ai bambini che erano venuti lì con le famiglie e sono stati costretti a guardare quello spettacolo di sette minuti. La mancanza di rispetto nei miei confronti ormai la metto in conto, i bambini presenti invece meritavano più considerazione. Forse era una gag organizzata da un programma televisivo, era roba di Mediaset, il personaggio è di Mediaset. Loro alla Digos quando sono stati fermati hanno detto che erano delle Iene, spero che le Iene non si prestino a fare cose del genere, se lo fanno se ne vergognino».