27 giugno 2022
Aggiornato 13:30
La crisi del cororonavirus

Covid, casi settimanali -12%. Si intensifica il calo dei morti: -13,9%

La scorsa settimana si conferma anche il calo dei decessi: 755 totali, -13,91% sugli 877 del 2-8 maggio. Una discesa che si intensifica: si veniva infatti da -5,09% sul 25 aprile-1 maggio e da -7,69% sul 18-24 aprile

Covid, casi settimanali -12%. Si intensifica il calo dei morti: -13,9%
Covid, casi settimanali -12%. Si intensifica il calo dei morti: -13,9% Foto: Pixabay

Prosegue, anche se rallenta, il calo dei nuovi contagi Covid in Italia, mentre si conferma e si intensifica la diminuzione del numero delle vittime. È quanto emerge dall'analisi dei bollettini quotidiani del Ministero della Salute della passata settimana 9-15 maggio 2022.

Sono stati in totale 256.447, secondo i bollettini, i nuovi casi negli ultimi 7 giorni: -12,04% rispetto al 2-8 maggio (291.534 casi). Il calo però rallenta: la settimana precedente aveva segnato -20,09% sul 25 aprile-1 maggio.

La scorsa settimana si conferma anche il calo dei decessi: 755 totali, -13,91% sugli 877 del 2-8 maggio. Una discesa che si intensifica: si veniva infatti da -5,09% sul 25 aprile-1 maggio e da -7,69% sul 18-24 aprile.

Salvini: «Insensato obbligo mascherine a scuola, abolirlo»

«Più di 30 gradi in classe e obbligo di mascherina su bocca e naso per ore anche seduti al banco? Non ha senso, cambiamo questa regola inutilmente punitiva, lo meritano i bambini, lo chiedono genitori e insegnanti». Lo sostiene il segretario della Lega Matteo Salvini, che in un post sui social rilancia le dichiarazioni del sottosegretario leghista all'Istruzione, Sasso, che chiede appunto l'abolizione dell'obbligo delle mascherine in classe.

Pregliasco: «Attenti o a ottobre la pandemia può riesplodere»

«La penso come Fauci: che se si prende sottogamba questo virus, a ottobre rischiamo che la pandemia riesploda. Bisogna stare attenti alle nuove varianti. Lo vediamo già in Portogallo dove le varianti 4-5 che sono più diffusive stanno diventando prevalenti. Ovviamente la pandemia non va in modo sincrono. La variante originale di Wuhan aveva un R con zero di 2,5; la Delta aveva circa R con 7, ora con Omicron siamo arrivati ad R con 15-17». Così il virologo Fabrizio Pregliasco, su Cusano Italia Tv.

Sui 400mila casi di reinfezioni, per Pregliasco «l'instabilità del virus e la capacità di diffondersi così illimitata sta evidenziando ciò che è meglio per lui: varianti contagiosissime e meno pesanti negli effetti sugli ospiti. Ma non dobbiamo dire che si sta raffreddorizzando, diciamo che si è un po' rabbonito nelle nazioni come l'Italia che si sono vaccinati. Ricordiamoci però che i casi sono molti di più rispetto a quelli del bollettino perché ci sono meno controlli, meno tamponi».