18 giugno 2021
Aggiornato 14:00
La crisi del coronavirus

Alberto Cirio apre alla vaccinazione dei maturandi: «Sarebbe un'opportunità»

Il Presidente della Regione Piemonte: «Lo proposi già mesi fa, il Piemonte è pronto. Credo che ogni decisione che vada nella direzione di tutelare fette importanti della nostra popolazione sia importante»

Alberto Cirio apre alla vaccinazione dei maturandi: «Sarebbe un'opportunità»
Alberto Cirio apre alla vaccinazione dei maturandi: «Sarebbe un'opportunità» ANSA

TORINO - «Così come ci siamo battuti per la riapertura delle vaccinazioni a tutto il personale scolastico, credo sarebbe un'opportunità. Noi siamo pronti». A dirlo, a proposito di un'eventuale campagna vaccinale per i maturandi, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, a margine della presentazione della nuova misura per i servizi educativi per la prima infanzia.

«Io lo proposi, credo come prima regione d'Italia, già mesi fa - ricorda Cirio -, allora però dovevamo ancora mettere in sicurezza gli over 80 e gli estremamente vulnerabili, ma era una riflessione che già avevamo messo sul tappeto. Credo che ogni decisione che vada nella direzione di tutelare fette importanti della nostra popolazione sia importante e i maturandi sono ragazzi che hanno patito molto, come tutti i ragazzi, ma con una sfortuna in più, perché chiuderanno il loro percorso di studi alle superiori dopo due anni di Covid. Quindi credo che sarebbe un'opportunità».

Quanto alla campagna vaccinale in generale ribadisce che «noi siamo pronti a fare 70-80 mila dosi al giorno, oggi se ne facciamo 30-32 mila è perché è il target delle dosi che abbiamo, ma siamo in grado di raddoppiarlo e adesso con le farmacie di triplicarlo. Le aziende sono pronte, 'l'esercito' del Piemonte è molto performante e ben schierato - conclude - ci diano tante munizioni e noi entro l'estate mettiamo in sicurezza tutti».

Covid: al via adesioni 45-49, in Piemonte già oltre 60 mila

Nel primo giorno di apertura, sono già oltre 60 mila le adesioni alla vaccinazione contro il Covid nella fascia di età 45-49 anni in Piemonte. Le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all'Unità di Crisi della Regione oggi sono 29.653, e 12.571 è stata somministrata la seconda dose. Tra questi ci sono 6.439 persone estremamente vulnerabili, 4.263 cinquantenni, 6.524 sessantenni, 3.027 settantenni e 1.221 over 80. Oltre 1.000 sono state le dosi somministrate dai medici di famiglia.

Importante traguardo per l'hub vaccinale allestito al Lingotto di Torino, che in un mese di attività ha raggiunto le 30mila vaccinazioni. Dall'inizio della campagna sono state somministrate 2 milioni e 73.877 dosi (di cui 687.553 come seconde), corrispondenti al 92% delle 2.254.670 finora disponibili per il Piemonte.