22 marzo 2019
Aggiornato 23:00
Mollare mai

«La disabilità non mi ha fermato», la nuova vita da atleta di Alessandro Ossola

Nel 2015 il terribile incidente in cui, con la gamba, ha perso anche la giovane moglie, Federica. Poteva richiudersi nel dolore, invece ha scelto la vita

Alessandro Ossola, tornato sullo snowboard grazie all'Officina Ortopedica Maria Adelaide
Alessandro Ossola, tornato sullo snowboard grazie all'Officina Ortopedica Maria Adelaide ANSA

TORINO - Mollare mai, anche quando la sfortuna ti si accanisce contro e a 27 anni perdi una gamba per un incidente stradale. E' la storia di Alessandro Ossola, tornato sullo snowboard grazie all'Officina Ortopedica Maria Adelaide di Torino. L'azienda torinese, una delle poche accreditate in Italia per l'applicazione degli arti bionici, gli ha fornito un invaso in carbonio per svolgere attività sportiva in montagna. Lo scorso novembre è arrivato così il debutto in Coppa Europa, specialità Banked Slalom.

Nel 2015 il terribile incidente

«La disabilità non mi ha fermato», racconta Ossola, disegnatore meccanico in una azienda del Torinese. Nel 2015 il terribile incidente in cui, con la gamba, ha perso anche la giovane moglie, Federica. Poteva richiudersi nel dolore, invece ha scelto la vita. E lo sport. «Mi ha dato la forza di rialzarmi e rimettermi in gioco - racconta - aiutandomi a ritrovare la quotidianità che avevo perso».

Obiettivo 2022

L'obiettivo sono ora le Paralimpiadi del 2022 a Beijing. «Darò il massimo - dice - per realizzare questo sogno...».