22 maggio 2019
Aggiornato 14:30
Sicurezza

Controlli sui treni piemontesi, identificate 566 persone: preso super pusher con 3 etti di droga

Controllate 41 stazioni e scortati 45 treni, 566 le persone identificate comprensive, delle quali 163 a bordo treno e 48 minori

TORINO - Nell’ambito della collaborazione internazionali tra le Polizie europee aderenti al c.d. network «Railpol» sono state eseguite, a livello nazionale, nelle giornate del 16 e 17 gennaio 2019, servizi di controllo straordinario di natura preventiva a viaggiatori e bagagli, con particolare attenzione ai treni Internazionali e dell’Alta Velocità, nonché alle stazioni ferroviarie ove è maggiore l’afflusso di persone.

I controlli

L’azione comune denominata «Active Shield», disposta dal centrale Servizio di Polizia Ferroviaria, ha visto il Compartimento Polfer del Piemonte e Valle d’Aosta impegnato nei relativi servizi, con oltre un centinaio di Operatori della Specialità attivi in tutto il territorio della giurisdizione, coadiuvati da un contingente del Reparto Mobile e unità cinofile. I servizi posti in essere, oltre a riguardare controlli preventivi a tutela degli ambiti ferroviari e dei viaggiatori, ha portato alla rilevazione ed al conseguente contrasto dei reati. I risultati raggiunti, di seguito evidenziati, danno un’idea della portata delle operazioni svolte nell’arco delle 24 ore: controllate 41 stazioni e scortati 45 treni, 566 le persone identificate comprensive , delle quali 163 a bordo treno e 48 minori.  La sola Sottosezione di Domodossola ha proceduto a controllare oltre 100 persone, dirette e/o provenienti dal confine con la Svizzera. Ad Alessandria personale della Sezione ha rintracciato un nigeriano 32enne e un marocchino 25enne, irregolari sul Territorio Nazionale, deferendoli all’A.G., peraltro al marocchino è stata anche contestata una violazione amministrativa, per detenzione di sostanze stupefacenti.

Fermato pusher

Sempre ad Alessandria il personale Polfer è stato autore di un brillante risultato operativo che ha visto il sequestro di tre etti di hashish ed il conseguente arresto di un cittadino italiano 32enne, residente nell’alessandrino; l’uomo all’atto della discesa nella stazione di Alessandria, da un treno regionale proveniente da Asti, alla vista della pattuglia Polfer e dell’ unità cinofila antidroga della locale Polizia Municipale che concorreva nei servizi, si dava a precipitosa fuga, cercando di disfarsi di tre panetti di hashish in suo possesso. Prontamente fermato da personale operante l’uomo, che annovera precedenti penali in materia di stupefacenti, veniva tratto in arresto per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente ed associato alla locale Casa Circondariale «Cantiello e Gaeta; nel corso della perquisizione alla sua abitazione, venivano rinvenuti un bilancino di precisione e bustine di cellophane, atte al confezionamento di dosi.