21 aprile 2021
Aggiornato 11:00
Manovra finanziaira

Salvini avverte Bruxelles: «Vedremo se prevale buonsenso o pregiudizio»

Lo ha detto Matteo Salvini, alla scuola di formazione politica della Lega a Milano: «Arriveremo fino in fondo». Garavaglia: «Milleproroghe in ddl bilancio complica»

MILANO - «Tutta la nostra ragionevolezza e il nostro buon senso avranno una cartina di tornasole nelle prossime ore: scopriremo se Bruxelles ha voglia di ricostruire e portano rispetto o se prevalgono il pregiudizio e l'ostilità verso un governo imprevisto». Lo ha detto Matteo Salvini, alla scuola di formazione politica della Lega a Milano. «Ci stiamo mettendo l'anima - ha detto ancora - per avere una manovra che non faccia miracoli ma dia risposte a chi veramente ha bisogno. Voglio arrivare fino in fondo, arriveremo fino in fondo anche se ci sarà da lavora la notte di Natale e Capodanno».

Siamo un esempio per tutta l'UE - «Siamo alla settimana decisiva, e porteremo a casa un risultato che sarà di esempio anche per tutti gli altri popoli europei. Volere è potere. Non chinare il capo, non calare le braghe, non andare in giro con il cappello in mano. Questo ho promesso di fare e questo vogliamo cominciare a fare», ha aggiunto.

Smonteremo la legge Fornero - «La Fornero abbiamo iniziato a smontarla pezzo per pezzo. Vi assicuro che a Bruxelles possono dire quello che vogliono ma finiremo di smontarla pezzo per pezzo perchè il diritto al lavoro, alla vita, alla pensione valgono più dei decimali».

Garavaglia: Milleproroghe in ddl bilancio complica - Secondo il sottosegretario all'economia, Massimo Garavaglia, il milleproroghe non dovrebbe entrare in manovra perché «complica e non semplifica. L'anno scorso venne fatto il milleproroghe bis perchè si era messo un milleproroghe in manovra, penso sia meglio fare un milleproroghe fatto bene che due. Sennò fai duemila proroghe», ha sottolineato il sottosegretario commentando le bozze dell'emendamento milleproroghe alla legge di bilancio.