19 ottobre 2019
Aggiornato 16:30

Salvini: «Giorgetti? Ci vogliono far litigare da sei mesi»

Così il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, a margine di un incontro con la stampa a Milano, ha commentato le parole del sottosegretario

Matteo Salvini, vicepremier e Ministro dell'Interno
Matteo Salvini, vicepremier e Ministro dell'Interno ANSA

MILANO - «Leggo i giornali e mi diverto un mondo. Ci vogliono far litigare da sei mesi, mentre abbiamo fatto più noi in sei mesi di tutti i fenomeni della sinistra negli anni passati». Così il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, a margine di un incontro con la stampa a Milano, ha commentato le parole del sottosegretario Giancarlo Giorgetti sul reddito di cittadinanza che piace a una parte del paese che non piace alla Lega.

Siamo uomini di parola
Alla domanda se non sia d'accordo con Giorgetti, Salvini ha risposto: «Io sono d'accordo con quello che abbiamo firmato». «A me piace - ha aggiunto Salvini - tutta l'Italia che aiuta gli ultimi e quello che c'è nel contratto io lo rispetto, perché siamo uomini di parola». «Contiamo che anche a Bruxelles abbiano capito che vogliamo aiutare gli italiani e che riusciremo a fare sull'economia quello che abbiamo già fatto da soli su immigrazione e sicurezza», ha concluso il vicepremier Salvini.

Su taglio pensioni d'oro ci sarà accordo
«Se dico che ci sarà l'accordo, ci sarà. Lasciateci lavorare. Stiamo parlando - ha ricordato Salvini - di pensionati che prendono sui 5mila euro netti al mese. A questi dico che se hanno versato i contributi per queste mega pensioni nessuno gliele tocca. Se qualcuno prende 5, 6, 7, 10 mila euro al mese non coperti da contributi darà il suo aiuto a chi non ce la fa, perché la stragrande maggioranza dei pensionati italiani è stata massacrata dai governi precedenti».