23 marzo 2019
Aggiornato 15:30
Immigrazione

Malta e Francia prenderanno 50 dei 450 migranti, parola di Conte

"È il primo importante risultato ottenuto oggi, dopo una giornata di scambi telefonici che ho avuto con tutti i 27 leader europei"

Il premier Giuseppe Conte al quartier generale della Nato a Bruxelles
Il premier Giuseppe Conte al quartier generale della Nato a Bruxelles

ROMA - "Francia e Malta prenderanno rispettivamente 50 persone dei 450 migranti trasbordati sulle due navi militari. A breve arriveranno anche le adesioni di altri Paesi europei». Ad assicurarlo è il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. "È il primo importante risultato ottenuto oggi, dopo una giornata di scambi telefonici che ho avuto con tutti i 27 leader europei». Conte spiega di aver "ricordato loro" la logica e lo spirito di condivisione che sono contenuti nelle conclusioni del Consiglio europeo di fine giugno e che prevedono il pieno coinvolgimento di tutti i paesi dell'Ue. "È proprio rifacendomi a questi principi, che ho chiesto loro di farsi carico di una parte di questi migranti». Le stesse cose - ha aggiunto - le ho ribadite anche nella lettera che, come annunciato, ho inviato proprio oggi al Presidente della Commissione europea Juncker e al Presidente del Consiglio europeo Tusk, sollecitando una attuazione immediata delle conclusioni del Consiglio europeo. Finalmente l'Italia è ascoltata.

Di Maio contento
"Sicuramente posizione ferma e decisa da parte dell'Italia" perché "non si può arretrare». Luigi Di Maio si dice "contento" che Giuseppe Conte oggi abbia avviato la volontà di dare seguito alle conclusioni del Consiglio europeo chiedendo che chi arriva in Italia arriva in Europa e quindi è auspicabile che chi arriva e chi sta arrivando venga redistribuito in tutti gli altri Paesi".

L'altra nave con 176 migranti a Pozzallo
Intanto è in attesa di indicazioni nella rada di Pozzallo la nave inglese 'Protector' di Frontex con a bordo 176 migranti trasbordati la scorsa notte dal barcone proveniente dalla Libia. La conferma arriva direttamente dal portavoce di Frontex. Secondo quanto si è appreso poi dall'amministrazione locale dalla cittadina in provincia di Ragusa la nave "Monte Sperone" della Guardia di Finanza, con a bordo altri 266 migranti, non è visibile a largo. Il dato certo è che i due navigli attendono disposizioni. Dal Comune, con sindaco Roberto Ammatuna, è stato chiarito che si è in attesa di comunicazioni dal ministero dell'Interno. "Stiamo approntando quanto può esser utile. Viveri, medicinali e quant'altro", dicono dall'amministrazione municipale. Otto persone, tutte donne e bambini, sono state portate a Lampedusa a bordo di motovedette della Guardia Costiera per motivi sanitari: due donne sono incinte. Una signora è stata portata all'ospedale di Modica.