3 aprile 2020
Aggiornato 22:30
Genova

Centro per l'impiego, protesta dei lavoratori con contratto in scadenza

La protesta dei lavoratori all'ingresso del Consiglio regionale. A novembre scade la proroga del contratto per 115 su 150 dipendenti, che potrebbero perdere il posto se un nuovo bando dovesse affidare l'appalto ad altre società

Protesta davanti al Consiglio regionale
Protesta davanti al Consiglio regionale ANSA

GENOVA - Protesta dei lavoratori dei centri per l'impiego della Liguria stamani a Genova davanti all' ingresso del Consiglio regionale. A novembre scade il contratto a 115 lavoratori su 150, che rischiano di perdere il posto nel caso che un nuovo bando di gara affidi l'appalto ad altre società.

PROROGA IN SCADENZA - «Cgil e Uil esprimono preoccupazione per la situazione occupazionale dei lavoratori impegnati nei servizi in appalto dei centri per l'impiego - denunciano i sindacati -. Si avvicina la scadenza della proroga degli appalti grazie ai quali da circa 15 anni si sono garantiti i servizi per l'impiego e il salario delle 150 persone che vi lavorano, seppur a fronte della diminuzione del valore dell'appalto e quindi delle ore di servizio a seguito dell'ultima proroga».

NON CI SONO CERTEZZE - «Pur in presenza di un tavolo di trattativa non abbiamo alcuna certezza di quale concreto percorso verrà perseguito né per la tutela occupazionale né per l'adeguamento e potenziamento dei centri, oggi in forte difficoltà a causa dell'esiguo numero di dipendenti»

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal