17 gennaio 2021
Aggiornato 12:30
Genova

La maledizione del relitto: ancora un sub soccorso alla petroliera Haven

Il sub, di 26 anni, è stato soccorso e trasportato al San Martino in codice rosso. Avviate indagini da parte della Capitaneria. E' il terzo caso di malore alla Haven dall'inizio dell'anno

GENOVA - Un sub di 26 anni ha avuto un malore, sabato mattina, mentre stava effettuando un' immersione al relitto della Haven, nelle acque di Arenzano dove la petroliera affondò nell'aprile del 1991 facendo 5 morti. Il relitto, che giace a una profondità di 80 metri, è il più grande tra quelli visitabili nel Mediterraneo.

ALLARME E RECUPERO - L'allarme è stato dato da un istruttore del diving con cui il sub era uscito. Il giovane, cosciente durante il soccorso con un gommone, è stato trasportato al porticciolo di Arenzano e poi trasferito all'ospedale San Martino in codice rosso. Qui è stato sottoposto a terapia in camera iperbarica. Sul fatto hanno avviato le indagini i militari della Capitaneria di Porto, dopo aver sequestrato le attrezzature usate dal sub.

ENNESIMO INCIDENTE - Il 14 gennaio scorsi altri due sub in immersione alla Haven si erano sentiti male. Complessivamente, dal 2015 ad oggi, i sub colti da malore nell'immersione alla petroliera e salvati, sono stati sette. Mentre nello stesso periodo i morti sono stati 6.