21 ottobre 2018
Aggiornato 03:00

Lega Nord, domenica i gazebo per dare l'ok alla nascita del governo con il M5s

Calderoli: «Abbiamo fatto un grande lavoro». Ora la parola al popolo del Carroccio per esprimere la propria opinione sul contratto di governo "legastellato"
La scheda che sarà distribuita domenica ai gazebo
La scheda che sarà distribuita domenica ai gazebo (Facebook)

MILANO - «Sei d'accordo sulla sottoscrizione di un contratto di governo con il Movimento Cinque Stelle per proseguire e realizzare, tra gli altri, i seguenti punti?». Questo il quesito posto in testa alla scheda che sarà votata durante il week end nei gazebo che la Lega Nord allestirà nelle maggiori piazze italiane. Quindi dieci punti del programma, dall'eliminazione della legge Fornero al blocco degli sbarchi, dall'introduzione della flat tax allo stralcio delle cartelle esattoriali, dal potenziamento delle risorse delle Forze del'Ordine alla garanzia della legittima difesa, dal salrio minimo alla lotta agli sprechi nella pubblica amministrazione. E per finire la ridiscussione di tutti i trattati Ue agli asili nido gratuiti e il ministero per i disabili. Ecco, nel dettaglio, i dieci punti del programma che compaiono nella scheda della Lega che sarà votata nei gazebo, nelle principali piazze italiane, durante il prossimo fine settimana. 

  1. Eliminazione della legge Fornero.
  2. Immigrazione: blocco degli sbarchi e rimpatrio degli  irregolari.
  3. Introduzione della flat tax per famiglie e imprese, eliminazione delle più vecchie accise sulla benzina, taglio della burocrazia con l'abolizione degli studi di settore.
  4. Pace fiscale con saldo e stralcio delle cartelle esattoriali per i piccoli contribuenti in difficoltà economica.
  5. Sicurezza: forte potenziamento di risorse e personale per le Forze dell'Ordine.
  6. Garanzia del diritto alla legittima difesa.
  7. Dignità e lavoro, salario minimo orario e lotta al precariato.
  8. Autonomia e maggiori risorse ad enti locali e regioni, taglio agli sprechi nella Pubblica amministrazione.
  9. Ridiscussione di tutti i trattai europei e l'affermazione del principio di sovranità nazionale.
  10. Asili nido gratuiti, Iva zero sui prodotti per l'infanzia a sostegno alla natalità, introduzione di un ministero specifico per i disabili.

Nel contratto il divieto per M5s e Lega di farsi la guerra
«I contraenti» del contratto di governo M5S-Lega «si impegnano a non mettere in minoranza l'altra parte in questioni che per essa sono di fondamentale importanza». Così recita l'accordo al capitolo 1, dal titolo Funzionamento del governo e dei gruppi parlamentari. Eventuali contrasti di linea politica forieri di voti contrari in Parlamento vengono quindi demandati al Comitato di conciliazione. Lega e M5S «si impegnano a tradurre questo contratto in una pratica di governo e sono insieme responsabili di tutta la politica dell'Esecutivo» si legge all'inizio del paragrafo intitolato Cooperazione tra le due forze politiche. «I contraenti stabiliranno insieme il lavoro in ambito parlamentare e governativo e si adopereranno per ottenere il consenso rispetto a questioni relative a procedure, temi e persone. Per quanto riguarda gli altri obiettivi, le parti si impegnano, in primo luogo, a fornirsi tempestivamente informazioni esaurienti circale finalità che si intendono conseguire e i relativi strumenti».

Calderoli: «Abbiamo fatto un grande lavoro»
«In questi ultimi otto giorni abbiamo veramente lavorato giorno e notte, come ha spiegato anche Matteo Salvini, ma ne è valsa la pena» il commento di Roberto Calderoli, vicepresidente del Senato. «Sono davvero soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto al tavolo di confronto con il Movimento 5 Stelle e sono davvero del risultato ottenuto. Per questo ringrazio tutti i colleghi della Lega che mi hanno accompagnato in questi giorni, in questa esperienza così intensa, e sono soddisfatto di aver trovato un buon livello di disponibilità e interlocuzione ad approfondire qualunque materia dall'altra parte del tavolo. Il mio appello ora è che il maggior numero di cittadini possa recarsi sabato e domenica ai nostri gazebo, in tutte le piazze, per informarsi ed esprimere il proprio assenso o dissenso su questo documento. Personalmente, nel mio piccolo, cercherò di girare il maggior numero possibile di banchetti in provincia di Bergamo per fornire di persona spiegazioni e riflessioni sui punti del documento a chiunque fosse interessato».

L'elenco dei gazebo della Lega Nord dove votare il contratto di governo
La Lega ha intanto diffuso l'elenco dei gazebo dove, nelle giornate di sabato 19 maggio e domenica 20 maggio, i militanti potranno votare sul contratto di governo con il Movimento 5 Stelle. Ecco il dettaglio con luoghi e orari:
Milano
Via Vittor Pisani angolo Piazza Duca d'Aosta: 10/13; Via Oglio civico 18: 10/13; Piazza V Giornate lato Coin 15.00/18.00; Via Ripamonti/Via Sibari 15.30 - 18.30; Via Lessona/Via De Roberto 10/13; Via Pellegrino Rossi/ Metropolitana Affori centro 10/12.30.
Roma
Mercatino di Conca d'oro. Sabato e domenica dalle 10 alle 19. Largo dei colli albani. Sabato e domenica dalle 10 alle 19
Parma - Via Mazzini Sabato ore 10-18
Reggio Emilia - 09.00-12:30 Via Crispi
Genova: sabato 9.30-13 via xx settembre presso Kasanova.
Imperia: sabato 8.30-12.30 via san Giovanni
Pietra ligure: sabato 9-12.30 piazza san Nicolò.
La Spezia: sabato 16-19.30 piazza Beverini
Trieste : domenica dalle 10 alle 13 via due Torri
Viterbo: Piazza Verdi, ore 9.30 alle 19.30 e Piazza del Sacrario 10.00-12.00.
Terni: Piazza Mercantati, 9.30-13.00/15.00-19.30
Napoli: via Roma sabato dalla 10,30 alle 13
Salerno: Lungomare Trieste, altezza bar Nettuno sabato dalle 10.30 alle 13
Caserta: Mercato rionale via ruta domani dalle 9.30
Messina: piazza del Popolo. Sabato dalle 10 alle 13 e domenica dalle 16 alle 20
Catania: Piazza Cavour. Domenica dalle 9 alle 20
Palermo: Piazza Politeama, sabato dalle 16 alle 20 e domenica dalle 9.30 alle 20 e Piazza Mondello. Sabato e domenica dalle 10 alle 13
Catanzaro - presso veranda Saliceti. Sabato e domenica
Vibo Valentia - Corso Vittorio Emanuele III angolo Via Martiri. Dalle 9 alle 13
Cosenza - Piazza Kennedy. Sabato e Domenica dalle 9 alle 20.
Lecce - piazza Sant'Oronzo Bari via Papa Pio XII n.46
Brindisi - Corso Umberto (angolo via Conserva). Sabato e domenica pomeriggio 17 - 20
Isernia: sabato in piazza Celestino v° (Fontana Fraterna, 9,30-13,30; domenica piazza Stazione tutto il giorno.
Venafro(Is): sabato pomeriggio e domenica mattina, piazza S. d'Acquisto.
Campobasso sabato e domenica piazza V. Emanuele;
Termoli corso Nazionale.