14 giugno 2024
Aggiornato 11:30
Governo

M5S conferma: Di Maio l'unico candidato premier

In risposta ad alcune ricostruzioni de La Stampa, l'M5S conferma la propria posizione, intransigente, sulla premiership

Luigi Di Maio.
Luigi Di Maio. Foto: ANSA / CESARE ABBATE ANSA

ROMA - «Luigi Di Maio è l'unico candidato premier del MoVimento 5 Stelle con cui intendiamo andare al governo e cambiare il Paese dando finalmente agli italiani le risposte che attendono da trent'anni». E' quanto si legge in un post firmato M5s e pubblicato sul blog delle stelle.«Le ricostruzioni riportate oggi sul quotidiano La Stampa - si legge ancora - sono prive di fondamento e le dichiarazioni attribuite a Massimo Bugani totalmente inventate, come lui stesso ha chiarito già questa mattina. Aspettiamo che La Stampa si scusi con il MoVimento 5 Stelle e con i cittadini. Il metodo che contraddistingue il MoVimento è chiaro e trasparente: ciò che promette agli italiani, fa. In campagna elettorale il MoVimento si è presentato con un programma e un candidato premier e quel candidato è stato votato dal 32% degli elettori, 11 milioni di italiani. E questa volontà popolare non siamo disposti a ignorarla, per noi è sacra. Proporre agli italiani un altro candidato premier significherebbe tradire questa volontà. Dopo Letta, Renzi e Gentiloni, i cittadini hanno detto chiaramente che non vogliono più presidenti non eletti o addirittura presidenti che vanno a Palazzo Chigi dopo aver perso le elezioni. Continuiamo a dialogare con tutte le forze politiche, mettendo al centro i temi su cui trovare convergenze nel solo interesse dei cittadini», conclude il M5s.

Taverna: noi al governo, con Di Maio premier
 «Con il voto del 4 marzo oltre un terzo degli elettori ha chiesto che al governo vada il MoVimento 5 Stelle con Luigi Di Maio. E per noi questa volontà popolare non può essere tradita in alcun modo» ha affermato in una nota la senatrice del Movimento 5 Stelle, vicepresidente di Palazzo Madama, Paola Taverna. «Il M5S - ha aggiunto - ha sempre dimostrato la sua coerenza e anche questa volta ciò che abbiamo detto in campagna elettorale faremo. Trucchi e giochetti da vecchia politica non ci interessano, gli italiani non devono mai più subire premier che non sono stati scelti dai cittadini o che hanno perso le elezioni».