11 dicembre 2019
Aggiornato 23:00
Genova

Manomette contatore e ruba energia per 3 anni

Donna di 24 anni accusata di avere usato corrente per 3.000 euro nell'appartamento dove è andata a vivere 3 anni fa, nel quartiere di San Martino

Auto della Polizia
Auto della Polizia ANSA

GENOVA - Una donna genovese di 24 anni è stata arrestata dalla Polizia per furto di energia elettrica. Secondo l'accusa, ha manomesso i sigilli sul contatore della casa in cui è andata a vivere, in via Berno, nel quartiere di San Martino, e per tre anni ha usato la corrente senza pagarla per un ammontare di circa 3.000 euro.

SCOPERTA - La fornitura elettrica dell'appartamento risultava cessata nel 2015, quando la precedente inquilina era deceduta. Poi nell'abitazione è subentrata la 24enne. L'ente fornitore di energia che aveva in carico il precedente contratto, notando che l'energia elettrica veniva erogata nonostante la disdetta, e dopo alcuni accertamenti tramite un sistema di auto diagnostica, ha scoperto la frode e ha inviato presso il domicilio interessato i propri tecnici per ritirare il contatore manomesso, richiedendo nell' occasione l'ausilio della Polizia. Gli agenti, dopo aver appurato l'effettiva manomissione del contatore, hanno arrestato la giovane, processata per direttissima.