23 agosto 2019
Aggiornato 04:30
Genova

Ricattano un anziano per 5 mila euro: in carcere due giovani

Lo inducono a frequentare una ragazza, poi lo ricattano sostenendo fosse minorenne. L'anziano dopo l'ennesima richiesta di denaro si rivolge ai Carabinieri

I Carabinieri
I Carabinieri ANSA

 GENOVA - Ricattano e minacciano di morte un anziano, rimasto vedovo. Prima lo inducono a conoscere una ragazza e successivamente sostengono che fosse minorenne e minacciano di dire tutto alla polizia: solo il denaro può salvarlo dalla denuncia e dalle minacce di morte. Ma l'anziano non ce la fa più e venerdì scorso, alla consegna del denaro, sono arrivati i Carabinieri che hanno arrestato un uomo e una donna romeni di 28 e 27 anni, pregiudicati e senza fissa dimora.

TUTTO ORGANIZZATO - La relazione era stata combinata dalla donna 27enne arrestata, con lo scopo di mettere in atto il piano per avere soldi dall'anziano. L'indagine, condotta dai carabinieri di Serra Riccò, è scattata dopo la denuncia dell'uomo che ha confessato la relazione con la giovane che ha portato ai ricatti e alla minacce, da un mese circa a questa parte, da parte di due individui extracomunitari.

IN PRINCIPIO - Dopo i primi incontri, la coppia di romeni ha cominciato a minacciarlo dicendo che la ragazza era minorenne e che lo avrebbero denunciato se non avesse pagato il loro silenzio con 5000 euro. L'uomo ha resistito, ma quando la coppia lo ha minacciato di morte e le richieste di denaro sono arrivate alla somma citata in precedenza si è rivolto ai Carabinieri. I militari hanno organizzato la trappola: l'uomo ha finto di acconsentire alla consegna dei soldi e ha fissato un appuntamento, ma sul luogo dell'incontro sono arrivati i militari.

IN CARCERE - I due giovani sono ora in carcere e dovranno rispondere di estorsione in concorso.