18 novembre 2019
Aggiornato 04:00
Cronaca

Derubata e raggirata dall'amante

A finire indagato è stato un uomo di 78 anni residente nel Vercellese

L'auto della polizia
L'auto della polizia Shutterstock

VERCELLI - Convinta che l'amante di 30 anni prima sia l'estorsore che la tiranneggia si rivolge alla Polizia, che scopre invece che si tratta dell'attuale uomo con cui ha una relazione. È una vicenda dai contorni squallidi quella accaduta nel Vercellese e resa nota oggi, sabato 3 marzo, nel corso di una conferenza stampa tenutasi in Questura. La vittima, 63 anni, sposata, da giovane aveva avuto una relazione extraconiugale, durata brevissimo tempo. Dieci anni fa, l'ex amante si fa vivo con un biglietto lasciato sulla sua auto. Vuole rivederla. Lei, evita. È allora che la situazione degenera. Lui la minaccia, anche di morte, oltre che di far intervenire degli amici zingari, e lei paga, affinchè l'altro mantenga il silenzio. Arriva a sborsare fin a 50 mila euro che, l'attuale amante di 78 anni, si offre sempre di portare periodicamente all'estorsore. Peccato che il carnefice fosse lui. Che l'ex di 30 anni prima non entrasse per nulla nella vicenda. A scoprirlo gli agenti della Squadra Mobile, che ora lo hanno denunciato per estorsione.