22 febbraio 2020
Aggiornato 18:00
Lega

Zaia firma il pre-accordo: «Giornata super importante»

Il presidente della Regione, ha siglato l'impegno per l'autonomia del Veneto in attuazione dell'articolo 116, terzo comma, della Costituzione

ROMA - «È una giornata storica, non perché voglia essere autocelebrativa, ma perché è la prima volta che, al settantesimo anno della costituzione, finalmente qualcuno decide di dare spazio al regionalismo e all'autonomia». Lo ha detto il governatore del Veneto, Luca Zaia al suo arrivo a Palazzo Chigi per la firma del pre-accordo per l'autonomia del Veneto in attuazione dell'articolo 116, terzo comma, della Costituzione. Zaia ha proseguito: «Io credo che l'autonomia diventerà virale ed endemica, oggi è una giornata stra-storica, non si torna indietro: abbandonata la spesa storica, sì ai fabbisogni standard, compartecipazione su più aliquote e tributi, autonomia sulle 23 materie previste dalla Costituzione e la creazione della Commissione paritetica che già esiste nelle Province autonome». 

Oggi posta una pòietra miliare
Il governatore ha concluso: «Sono 70 anni che è stata approvata la Costituzione, oggi abbiamo posto una pietra miliare. Abbiamo 5 tavoli già aperti (su sanità, istruzione, ambiente, lavoro, rapporti con l'Europa), il prossimo passaggio consiste nell'aprire i tavoli rimanenti, gli altri 18, e poi chiudere l'intesa che sarà per 10 anni, poi sarà rinnovata e avrà un tagliando all'ottavo anno. Per noi non si torna indietro, a prescindere da maggioranze grandi intese o piccole intese».