Italia | Elezioni politiche 2018

Rimborsopoli M5s, Di Maio: «Restituiti 23 mln». Grillo: «Ci sono rimasto male»

Mentre Luigi Di Maio si reca al Mef per appurare l'ammontare dei depositi sul fondo per il microcredito, Beppe Grillo commenta così

Luigi Di Maio.
Luigi Di Maio. (ANSA)

ROMA -  La bufera sui rimborsi che si è abbattuta sul MoVimento 5 Stelle e che è già stata ribattezzata "rimborsopoli" arriva addirittura all'Eurogruppo di Strasburgo, dove a sorpresa lascia David Borrelli, uno degli uomini più vicini a Casaleggio e cofondatore della piataforma Rousseau, che negli scorsi mesi è stato protagonista di una fallita operazione di cambio di gruppo. Ma anche il fondatore del Movimento Beppe Grillo appare scosso: «Ci sono rimasto male», ha confessato. "In fondo abbiamo donato 23 invece di 24. Ma dovete capire che queste dieci, dodici persone, chi sono non lo so, hanno una malattia che si chiama Sindrome Compulsiva di Donazione Retroattiva ed io la conosco bene questa sindrome perché colpisce anche molti genovesi.Ci siamo rimasti male, voglio dire, anche io ci sono rimasto male, tanti attivisti ci sono rimasti male, vorrebbero andare sotto casa di questi e far casino, lasciate stare», scrive, in un post sul suo blog, Beppe Grillo.

Di Maio: abbiamo restituito 23 milioni
Dal canto suo, il candidato premier del Movimento Luigi Di Maio si è recato al ministero dell'Economia per chiedere il resoconto delle restituzioni degli esponenti del Movimento al fondo per il microcredito: «Abbiamo consegnato al Ministero le richieste di tutti i nostri candidati per avere le cifre esatte di quanto ognuno di noi ha restituito. Il totale è di oltre 23 milioni di euro! I partiti hanno restituito zero, ma si sono pappati tutto!» ha scritto su Facebook. «Una cosa è certa - ha detto Di Maio uscendo dal Mef - sul fondo ci sono 23 milioni 468 mila euro. Ciò significa che M5s ha restituito decine di milioni di euro di stipendi. Saprete i dati al dettaglio: chi ha fatto il furbo sarà messo fuori. Esiste un'unica forza politica in Italia che ha tenuto fede alle promesse: se c'è qualche mela marcia ve la farò conoscere io. Ci sarà una grande operazione di trasparenza che come al solito faremo noi. Ringrazio per l'attenzione sul tema, ci ha permsso di fare pulizia».